L’INCENDIO – A Volla un incendo devasta la nota cartoleria La Grande Mela, indagano i Vigili del Fuoco e i Carabinieri

VOLLA – Un fumo nero e denso ha avviluppato l’ intera via Monteoliveto a Volla, l’ allarme che riceve la vigilanza scatta verso le 20:39; arrivati sul posto i vigilantes si rendono conto dell’ incendio che si sta propagando; a prender fuoco è una cartoleria: “La Grande Mela” notissima nella cittadina e non solo, vengono allertati i vigili del fuoco, che arrivano tempestivamente sul posto; vengono avvertiti anche i proprietari del negozio ed è forse questo il compito più gravoso per la vigilanza.

Continua a leggere

Annunci

CAPODANNO INSANGUINATO – Sul primo delitto dell’anno ancora troppi misteri: Giovanni Conte, originario di Ponticelli, non doveva morire ma qualcosa è andato male. Si indaga a 360°

E’ il primo omicidio del 2011, perché per certi “affari” non viene lasciato spazio ai festeggiamenti, vanno risolti subito! Così si apre l’anno a Ponticelli, periferia orientale di Napoli, dove un uomo, Giovanni Conte, viene assassinato circa mezz’ora dopo la mezzanotte; mentre rientrava nella sua abitazione di Via Mario Palermo.

Continua a leggere

NAPOLI-KABUL – Un morto e quasi duecento feriti tra Napoli e Provincia per i botti di Capodanno. A Volla esplode una caldaia, si rischia la strage

VOLLA – Un morto e 498 feriti, di cui 44 gravi (con prognosi superiore ai 40 giorni). E’ il bilancio ufficiale delle vittime dei botti di Capodanno in tutta Italia, reso noto dal dipartimento della pubblica sicurezza. A perdere la vita è stato un uomo colpito da un proiettile vagante a Crispano (Napoli). Centoventisette dei feriti sono minorenni, e 68 di loro hanno meno di 12 anni.

Continua a leggere

L’ATTACCO ALLO STATO – Una lettera minatoria e proiettili indirizzati all’assessora alla cultura Geltrude Molisso: tutto il consiglio condanna il gesto intimidatorio

VOLLA –  Un proiettile ed un foglio con su scritto: “Lei da fastidio. Se ne deve andare” sono il contenuto della missiva arrivata in Comune indirizzata all’assessora alla cultura e pubblica istruzione Geltrude Molisso. Il fatto è accaduto dieci giorni fa, ma è stato pubblicamente stigmatizzato nel corso di un consiglio comunale straordinario tenutosi lunedì.

Continua a leggere

IL PUC E I MISTERI – Il Pd boccia il Piano Urbanistico di Volla targato Ricci e la Provincia chiede maggiori chiarimenti. Se ne discuterà anche in Parlamento

VOLLA – I consiglieri comunali Guido Navarra, Angelo Guadagno, Agostino Navarro del Pd e MariaRosaria Buonocore del Partito Socialista hanno ribadito il loro no al Piano Urbanistico Comunale (PUC) nel corso di una conferenza stampa tenutasi ieri sera. Secondo l’opposizione la Provincia, l’ente che sta vagliando il PUC, lo ha sonoramente bocciato.

Continua a leggere

EMERGENZA RIFIUTI – Volla è al collasso, il sindaco Salvatore Ricci aumenta i controlli e istituisce le guardie ambientali

VOLLA -La crisi rifiuti non è risolta del tutto. Il Sindaco Ricci fa capire che basta un inciampo, se pur minimo,a sconvolgere la situazione e precipitarla. Scene viste e riviste. Strade colme di rifiuti,irregolarità nello smistamento e la poca sensibilità da parte dei cittadini nel rispettare le regole, ormai note, della raccolta differenziata.

Continua a leggere

EQUILIBRI POLITICI – Pasquale Petrone sfida il sindaco Ricci: “Dimostri coi fatti cosa ha fatto per la città!”

VOLLA –  Il Presidente del Consiglio Comunale Pasquale Petrone (nella foto) come non l’ avete mai visto, o meglio, sentito parlare: deluso, agguerrito e senza peli sulla lingua. Da tempo il rappresentante dell’ Udc cittadina mostrava segni di insofferenza verso l’ amministrazione comunale di cui era alleato, oggi rompe gli indugi e dichiara la sua indipendenza in consiglio comunale. “Siamo stati ingannati!” denuncia Petrone “anziché essere accolti nella coalizione hanno cercato di espellerci fin dal primo giorno di amministrazione. Fino ad adesso siamo stati parte della maggioranza, malgrado non partecipassimo alle sue scelte e non ci fosse dialogo tra di noi. Abbiamo sempre votato a favore, mostrando lealtà. Oggi diciamo basta.

Continua a leggere