LA CADUTA DI POMPEI – Il presidente dell’Anci Campania, Nino Daniele e il sindaco di Pompei incontrano i sindaci del Vesuviani per discutere del “caso Scavi”

Il presidente dell’Anci Campania Nino Daniele e il sindaco di Pompei Claudio D’Alessio tra poche ore presso la sala di rappresentanza ”Marianna De Fusco” del Comune di Pompei, (piazza Bartolo Longo 36) incontreranno i primi cittadini di Ercolano, Vincenzo Strazzullo, di Portici, Vincenzo Cuomo; di Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio; di Torre Annunziata, Giosue’ Starita; di Torre del Greco, Ciro Borriello; di San Giorgio a Cremano, Domenico Giorgiano e di Sorrento Giuseppe Cuomo, per affrontare la situazione dell’area archeologica di Pompei in seguito ai crolli delle ultime settimane.  

Continua a leggere

Annunci

CONTRO LA CAMORRA – A Ercolano i commercianti denunciano il racket e si costituiscono parte civile contro i clan Ascione-Papale e Birra-Iacomino

ERCOLANO  – Ventitré commercianti vittime di estorsioni si sono costituiti parte civile nell’udienza preliminare, che si svolge davanti al gup Marcella Suma (che ha accettato la «costituzione»), nella quale sono imputati 41 presunti affiliati alle cosche ercolanesi Iacomino-Birra e Ascione-Papale. Analoga richiesta è stata avanzata dal Comune di Ercolano e dalle associazioni Sos impresa ed Ercolano per la legalità.  

Continua a leggere

PER NON DIMENTICARE – Incontri e dirette radio per non dimenticare Giancarlo Siani: le iniziative di www.radiosiani.it da e per Ercolano (e non solo)

Giancarlo rivisto dal writer Raffo, sui muri dell'hinterland

ERCOLANO – Un incontro con i ragazzi e un albero d’ulivo per ricordare Giancarlo Siani, giovane pubblicista napoletano ucciso dalla camorra. Il 23 settembre 1985, quattro giorno dopo aver compiuto 26 anni, Giancarlo fu ucciso sotto casa, all’interno della propria Mehari. La sua condanna a morte fu decretata con la pubblicazione dell’articolo del 10 giugno 1985, in cui venivano raccontate le modalità con le quali i carabinieri erano riusciti ad arrestare Valentino Gionta, boss di Torre Annunziata.

Continua a leggere

LE COMUNALI – Il Pdl aumenta l’elettorato, il Pd stravince. Il dopo Nino Daniele è targato Vincenzo Strazzullo

ERCOLANO – La battaglia elettorale appena conclusa ripone nuovamente la città degli scavi nelle mani del  governo di  centro sinistra. Ma il centro destra cittadino guadagna 10 punti percentuali in più rispetto alle amministrative del 2005.  Ad avere la meglio tra i cinque aspirati sindaco è stato il candidato del PD Vincenzo Strazzullo appoggiato dall’ Udc, Api, Idv, Psi, Sinistra ecologia e libertà e i verdi. Ancora una volta la città  degli scavi si conferma un comune di orientamento di centro sinistra, a sancire la tendenza cittadina è stato uno schiacciate plebiscito che ha posto al governo della città Strazzullo con il  65,87% di preferenze per circa 21.887  voti espressi a favore del candidato Pd. La città  per il dopo Daniele si affida nelle mani del medico, 54 anni, consigliere comunale uscente,  da sempre militante  nell’area centrista. È stato premiato lo sforzo della coalizione di centro sinistra, queste sono state le  prime parole del nuovo primo cittadino ercolanese. “Bisognerà continuare  il lavoro di Nino Daniele” , ha dichiarato Strazzullo .

Continua a leggere

VERSO LE COMUNALI – Tutti in corsa per la poltrona che è di Nino Daniele. Tra storiche e “nuove” alleanze

ERCOLANO – Ormai tutto è pronto per l’inizio della campagna elettorale nella città degli scavi in vista delle prossime amministrative del 28 e 29 marzo. La strada per la presentazione delle liste è stata dura e tortuosa per tutti gli schieramenti politici cittadini che hanno tentennato e cambiato le loro posizioni fino a poche ore prima della presentazione delle liste ufficiali.

Continua a leggere

VERSO LE AMMINISTRATIVE/2 – A Ercolano tutti contro tutti per il dopo Nino Daniele.

ERCOLANO – Quattro gli aspiranti successori di Nino Daniele a Ercolano. Vincenzo Strazzullo per IL centro sinistra, Ciro Cozzolino per il centrodestra, Antonio Ascione (Mpa) e Nunzio Di Martino (civiche e Udeur). Incertezza fino alla fine per le scelte di Udc che appoggia il candidato del Pd, l’Api e Federazione comunista.

Continua a leggere