LA FAIDA – Ricostruitsa dagli inquirenti la guerra di camorra tra iSarno e i De Luca Bossa, tra omicidi e macabre scoperte

Anni di terrore e di sangue versato. Anni di macabre scoperte dove se non stavi con chi “comandava” rischiavi di essere trucidato nel parcheggio di un ristorante o addirittura sciolto nell’acido. Trentaquattro persone ritenute affiliate ai clan camorristici Sarno, Fusco-Ponticelli e De Luca-Bossa, attivi a Napoli, Cercola, Pollena Trocchia e San Sebastiano al Vesuvio, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Torre del Greco. Nei loro confronti e’ stata emessa dalla magistratura un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

Annunci

OPERAZIONE SCACCO – Le condanne eccellenti a capi e gregari dei Sarno che dal 2004 avviarono l’espansione con la faida di Sant’Anastasia

Il processo è finito ieri sera alle nove. Si è ricostruito lungo tutta la requisitoria l’ascesa del clan Sarno di Ponticelli in tutto l’hinterland vesuviano e delle guerre di camorra che hanno segnato l’ascesa. L’operazione si chiamava “scacco”, proprio perché 500 uomini delle forze dell’ordine in una sola notte posero fine a vertici e gregari di diverse organizzazioni criminali.

Continua a leggere

LE DICHIARAZIONI DELLA CAMORRA – Il boss Sarno racconta degli omicidi decisi in barca a Mergellina

(di TITTI BENEDUCE da www.corrieredelmezziogiorno.it) Un summit di camorra in mezzo al mare, al largo di Posillipo, per concordare l’omicidio (poi fallito) del capoclan di Pozzuoli Gaetano Beneduce: ne ha parlato il boss Giuseppe Sarno, ora collaboratore di giustizia.

Continua a leggere

POLITICA E CAMORRA – Decorrenza dei termini, scarcerato l’ex consigliere comunale Achille De Simone

CERCOLA – L’ex consigliere Comunale Achille De Simone è stato scarcerato dal gip Terzi, con il parere favorevole del pm della Dda D’Onofrio, per decorrenza dei termini della custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

CAMORRA ROSASANGUE – Teresa De Luca Bossa, la boss al carcere duro

donna Teresa (ph. La Repubblica ed. Napoli)

Il ruolo delle donne nei clan di camorra non è mai stato solo quello di madri, sorelle, mogli o compagne. Sono loro che in caso di morte o arresto degli “uomini di casa” prendono in mano le attività illecite, stringono alleanze, trafficano in droga, impongono estorsioni e tangenti trasformandosi in veri e propri boss in gonnella. Così ha fatto anche Teresa De Luca Bossa, cinquantanove anni, considerata dagli inquirenti come una delle figure di spicco della camorra che opera nell’area est di Napoli.

Continua a leggere

LA CAMORRA NEL PALAZZO – Decimati i Sarno, tra gli arrestati anche Achille De Simone. A casa della moglie del boss gli incontri per organizzare le estorsioni, chiedendo la “segnalazione” dell’associazione antiracket

CERCOLA  – Voleva candidarsi alle Regionali, è finito in galera. Un consigliere comunale di Napoli, Achille De Simone, residente a Cercola, è coinvolto nell’operazione condotta stamane dai carabinieri contro uomini del clan Sarno che avevano organizzato una serie di estorsioni a tappeto ai danni di imprenditori della provincia di Napoli. Blitz che ha portato all’emissione di 19 ordinanze di custodia cautelare in carcere firmate dal pm D’Onofrio.

Continua a leggere

DALLA PARTE DELLO STATO – Si pente l’ultimo “re” della camorra. Anche Ciro Sarno “il sindaco” passa dalla parte dello Stato

sarno_ciro_sindaco

Ore 10.20 di ieri mattina: inizia l’udienza, l’ennesima contro i clan della camorra. È il Pm dell’antimafia Vincenzo D’Onofrio (un magistrato di ferro che negli anni ha sedato il potere dei clan avanzando quello dello Stato. Un uomo, temuto e rispettato anche dai camorristi che negli anni hanno deciso di passare dalla parte della giustizia) ad annunciare al presidente della terza sezione penale del Tribunale, il dott. De Balzo, che nel mega clan dei Sarno di Ponticelli, ci sono altri pentiti. Tutti nomi eccellenti.

Continua a leggere