L’ATTENTATO AL SINDACO – Nella notte ignoti hanno dato ale fiamme il portone della casa del sindaco Biancardi, le solidarietà delle Istituzioni

NOLA – Ignoti hanno dato alle fiamme il portone di ingresso della casa del sindaco Geremia Biancardi. Il presidente del Consiglio Comunale di Nola Francesco Pizzella e la Conferenza dei Capigruppo, riunitasi in seduta straordinaria, ha espresso ”sentita solidarieta’ e vicinanza personale ed istituzionale al Sindaco di Nola, Geremia Biancardi, vittima questa notte, unitamente alla propria famiglia, di un vile ed inconsulto atto di violenza da parte di ignoti”.   

Continua a leggere

Annunci

CONTRO LA RIFORMA – In strada sfilano gli studenti anti Gelmini, si paralizza la città. Si attendono altre manifestazioni

PORTICI – Ancora proteste contro la riforma Gelmini: questa mattina gli studenti  dell’area orientale di Napoli si sono radunati in piazza San Ciro con i colleghi del Vesuviano mandando in tilt il traffico: verso le 11 si sono verificati veri e propri ingorghi di auto che hanno richiesto l’intervento di pattuglie della polizia municipale. I manifestanti successivamente hanno occupato la  stazione ferroviaria di Portici-Ercolano.

Continua a leggere

L’ARTE IN SOFFITTA – Gli operai della manutenzione scoprono a Cercola un patrimonio d’arte e cultura “dimenticata” in soffitta da venti anni

CERCOLA – Certo, almeno tre sindaci (compreso quello in carica) non ci fanno una bella figura, ma il ritrovamento di mobili antichi nella soffitta del Comune, è un bella notizia. Un patrimonio d’arte e cultura dimenticato in una soffitta del municipio di Cercola e ritrovato, a distanza di una ventina d’anni, da alcuni operai intenti a lavori di impermeabilizzazione del tetto. Una consolle, una specchiera, ed alcuni altri elementi di mobili antichi, facevano parte dell’arredo del palazzo comunale realizzato dal primo sindaco del paese vesuviano, Domenico Riccardi, che, dopo aver fatto costruire a proprie spese il municipio, dono’ anche i mobili per tutti gli uffici nel lontano 1878. I mobili erano stati depositati in soffitta una ventina di anni fa, in seguito ai lavori di ritrutturazione di alcuni locali del comune, e da allora ”dimenticati”. Gli oggetti sono stati catalogati ed affidati ad un restauratore dall’assessore comunale al Patrimonio, Mario Montella.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

SINDACO QUANTO CI COSTI? – Il Pd fa i conti in tasca a Carmine Esposito che a Sant’Anastasia ha “assunto” il suo staff per quasi 10 mila euro al mese

DA METROPOLIS (QUOTIDIANO) DEL 28 NOVEMBRE 2010 / SANT’ANASTASIA –  “Sindaco, ma quanto ci costi?”, si chiede, non tanto ironicamente, il direttivo del Pd anastasiano. Alla base della domanda una determina con cui Carmine Esposito ha nominato il suo staff per una spesa di oltre 91mila euro in un anno. Sei le persone che, da quasi un mese, lavorano al fianco del primo cittadino. In gran parte giovani, qualcuno è figlio o parente di “grandi” elettori del centrodestra. 

Continua a leggere

EQUILIBRI PRECARI – In consiglio si discute della stabilizzazione degli Lsu e del “futuro” dell’assessore nicola Campanile

CERCOLA –  Nuovo scontro quello consumatosi il  25 novembre in consiglio comunale. Questa volta però non si tratta del solito gioco tra le parti, ma di una divergenza tra i consiglieri della maggioranza ed uno dei suoi assessori, Nicola Campanile.

Continua a leggere

LA VERITA’ DI ONORE – Ecco il testo integrale dell’ex vice sindaco Giovanni Onore, prima di lasciare la maggioranza retta da Francesco Pinto

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – La revoca da parte del sindaco della delega a un assessore è un atto di una gravità eccezionale. Si arriva a essa quando l’assessore in questione ha commesso atti contro la morale o reati talmente gravi da pregiudicare le sorti e l’onorabilità dell’amministrazione comunale, come ad esempio la corruzione, la concussione o aver commesso ruberie varie. Non è certamente il mio caso, ho sempre operato con la massima trasparenza e onestà, rifuggendo ogni coinvolgimento da situazioni non limpide. Mi ritengo una persona perbene che dedica il proprio tempo alla collettività, sulla scorta del mandato ricevuto dagli elettori.

Continua a leggere

AMMINISTRATORI IN PRIMA LINEA – L’assessora provinciale alle politiche giovanili, Giovanna Del Giudice visita le scuole dell’hinterland nell’ambito della “settimana contro la violenza”

“ Personalmente ho chiesto di partecipare e andare tra gli alunni della nostra provincia, troppo spesso teatro di violenze, come anche in questi giorni lo è il nostro Paese. Ci sono stata per i giovani e per la responsabilità che abbiamo di insegnare loro la non violenza e la legalità”. Lo ha affermato l’assessore alle politiche giovanili della Provincia di Napoli, Giovanna Del Giudice, dopo aver visitato alcune scuole del napoletano nell’ambito della seconda “Settimana contro la violenza” iniziata lunedì 11 ottobre, su tutto il territorio nazionale.

Continua a leggere