L’ATTENTATO AL SINDACO – Nella notte ignoti hanno dato ale fiamme il portone della casa del sindaco Biancardi, le solidarietà delle Istituzioni

NOLA – Ignoti hanno dato alle fiamme il portone di ingresso della casa del sindaco Geremia Biancardi. Il presidente del Consiglio Comunale di Nola Francesco Pizzella e la Conferenza dei Capigruppo, riunitasi in seduta straordinaria, ha espresso ”sentita solidarieta’ e vicinanza personale ed istituzionale al Sindaco di Nola, Geremia Biancardi, vittima questa notte, unitamente alla propria famiglia, di un vile ed inconsulto atto di violenza da parte di ignoti”.   

Continua a leggere

Annunci

Non passa alla Camera l’autorizzazione all’uso delle intercettazioni a carico dell’ex sottosegretario Nicola Cosentino (Pdl)

L’Aula della Camera ha negato, con 308 voti contro 285, l’autorizzazione all’uso delle intercettazioni a carico dell’ex sottosegretario Nicola Cosentino (Pdl), approvando la relazione di maggioranza della Giunta. Il voto, su richiesta del Pdl, è stato segreto. Nessun parlamentare si è astenuto.

Continua a leggere

LO SCONTRO NEL PDL – Italo Bocchino avanza all’attacco, Cosentino resta sulle sue posizioni: è guerra fredda nel partito dell’amore campano

Non c’è pace nel Pdl e non solo a livello nazionale. “Se avessimo candidato Cosentino, alla guida della Regione Campania, con tutto quello che è venuto fuori, ora ci troveremmo con un presidente azzoppato e un’esperienza di governo a rischio”, dice Italo Bocchino a margine di un convegno a Napoli di Generazione Italia.

Continua a leggere

I RISULTATI DELLE AMMINISTRATIVE – Dopo il ballottaggio, anche la Stalingrado del Sud diventa di destra. Il Pdl vince su quasi tutti i comuni. “Cosentino: “La gente ha voluto cambiare la rotta dopo anni di malgoverno”

La Stalingrado del Sud, la città del delfino di Antonio Bassolino, Michele Caiazzo, passa in mano al Centro Destra. Stessa storia a Sant’Anastasia, dove Carmine Esposito, uomo fidato del triunvirato Pdl (Cesaro, Landolfi e Nicola Cosentino) doppia il suo rivale al ballottaggio.

Continua a leggere

VERSO LE REGIONALI – Gli accordi (e i disaccordi) nel Pdl e le spaccature interne al Pd. Aspettano tutti Mezzogiorno di fuoco (sabato 28 febbraio)

Ormai è una questione di giorni, anche se in una sola ora (seppur notturna) si possono rimescolare accordi, equilibri e sante (o meno) alleanze. È tutto pronto, o quasi. Mancano ancora le candidature ufficiali che saranno presentate sabato, ma il corri corri generale, tra le stanze del palazzo, nei corridoi delle segreterie dei partiti (soprattutto nelle stanze a loro adibite negli enti) è ormai in corsa e non lo ferma più nessuno.

Continua a leggere

VERSO LE REGIONALI – Cosentino sbatte la porta e si dimette. Berlusconi: “Spero ritiri le dimissioni, ma Zinzi per caserta è un ottimo candidato”

Nicola, non ci sta e sbatte la porta. Alla fine, Berlusconi decide di salvare il rapporto con l’Udc di Casini, appoggiando Mimì Zinzi a Caserta (dopo l’incontro col segretario del partito Cesa) e perde per strada il sottosegretario all’economia Nicola Cosentino. Nicola Cosentino, infatti,  ha rassegnato le proprie dimissioni da sottosegretario all’Economia e coordinatore regionale del Pdl in Campania.

Continua a leggere

VERSO LE REGIONALI – E’ ufficiale: dopo la telefonata di De Mita, Stefano Caldoro sarà appoggiato dall’Udc. “Bisogna ricostruire il rapporto di fiducia tra cittadini e Regione Campania”

 

Tutto in una telefonata. Quella di Ciriaco De Mita a Setfano Caldoro. E il candidato per il Pdl alla corsa per il Governo della Regione Campania, ha accettato l’apertura all’Udc, consolidata in Giunta Provinciale dalla vice presidenza che Luigi Cesaro ha affidato a Gennaro Ferrara.

Continua a leggere