HOLDING CAMORRA – La confederazione dei clan, i Lo Russo e i Moccia chiedono le estorsioni assieme, 4 arresti

I Carabinieri della Compagnia di Casoria, in provincia di Napoli, questa notte hanno sottoposto a fermo 4 soggetti ritenuti affiliati ai clan camorristici dei ‘Moccia’, operante nell’hinterland nord del capoluogo campano, e dei ‘Lo Russo’, operante nella zona settentrionale di Napoli, ritenuti responsabili a vario titolo di usura ed estorsione aggravati dal metodo mafioso.

Continua a leggere

CONTRO LA CAMORRA – A Ercolano il Festival del Cinema indipendente: attori, magistrati, studenti e giornalisti contro le camorre ricordando Francesco Iovino e Giancarlo Siani

ERCOLANO – Il festival del Cinema dei Diritti Umani giunto alla sua 3° Edizione approda anche quest’anno ad Ercolano con un’intera giornata caratterizzata da incontri, dibattiti e proiezioni nelle scuole. L’intento espresso dalla rete cittadina di associazioni composta dalla Polisportiva UISP Ercolano, dall’Istituto Tilgher, dall’Associazione “A Fronte Alta” e da Radio Siani è espresso nel titolo della giornata: “Diritti e Democrazia”, un binomio inscindibile del nostro tempo travagliato, specchio della crisi morale e civile che sembra non trovare argini di contenimento e possibili vie d’uscita. 

Continua a leggere

HA UN VOLTO – Michele Zagaria superboss latitante dei Casalesi ha un nuovo volto, diramato l’identikit

Un nuovo identikit del superlatitante dei Casalesi Michele Zagaria e’ stato diffuso oggi dalla polizia scientifica di Napoli, su disposizione dei pm della Dda Raffaello Falcone e Catello Maresca. L’immagine e’ stata realizzata sulla base delle testimonianze di alcuni collaboratori di giustizia che lo hanno incontrato di recente.

Continua a leggere

LA GUERRA ALLA CAMORRA – La squadra Mobile di Napoli arresta il boss degli Scissionisti. In manette Cesare Pagano e suo nipote Carmine

La maglietta che indossa nelle foto segnaletiche dopo l’arresto, ne tradiscono il carisma. Pagano, il capo del braccio amrato degli Scissionisti di Secondigliano, infatti con Steve McQueen non c’entra nulla. Preso il superboss degli «scissionisti», l’uomo che dopo la cattura di Raffaele Amato guidava il gruppo che aveva ingaggiato la sanguinosa faida con il clan Di Lauro.

Continua a leggere

SCACCO ALLA DROGA – Maxi operazione della Guardia di Finanza, arrestati 16 narcos collegati alla camorra dei Casalesi e alla ‘ndrangheta dei Platì

Maxioperazione della Guardia di finanza contro il traffico di droga. Arrestati sedici narcotrafficanti collegati, secondo l’accusa, con la famiglia di ‘ndrangheta dei Barbaro di Platì (Reggio Calabria) e di Latorre di Mondragone, (Caserta), collegati ai Casalesi.

Continua a leggere

Guidava in stato di ebbrezza senza patente l’auto della moglie, denunciato affiliato ai Birra

ERCOLANO – Nella città degli Scavi, alla guida senza patente e in stato di ebbrezza denunciato affiliato del clan Iacomino Birra. Il 23enne alla guida di una fiat punto di proprietà della moglie 33enne  è stato fermato dai carabinieri durante dei controlli stradali.

Continua a leggere

LE ACCUSE E LE SMENTITE – Anche il bomber di San Giovanni a Teduccio, Marco Borriello tra i detrattori dei Roberto Saviano: ma poi ritratta e chiede scusa

L’attaccante del Milan, Marco Borriello, corregge il suo pensiero, espresso in un’intervista al mensile GQ, sul lavoro di Roberto Saviano e si dice “fortemente rammaricato” per le frasi usate sull’attività del giornalista, esprimendogli il suo “sostegno”. “Sono fortemente rammaricato per come mi sono espresso nei confronti di Roberto Saviano e del suo lavoro di giornalismo d’inchiesta – scrive Borriello in una dichiarazione all’ANSA -. La mia impulsività nell’esprimermi può aver dato adito a un’interpretazione sbagliata del mio pensiero. Da napoletano che vive lontano dalla sua città sono stanco di sentir parlare sempre di Napoli e dei suoi cittadini nei soliti termini di malaffare, corruzione e camorra”. “Riflettendo – conclude l’attaccante napoletano – mi sono reso conto che il problema è più grande di me e che determinati argomenti vanno trattati con più cautela e attenzione. Vorrei quindi dare il mio sostegno a Saviano e a tutti coloro che convivono quotidianamente con questa difficile realtà”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it