CITTADINI ATTIVI – A Portici i “grillini” incontrano il sindaco e gli amministratori in un dibattito pubblico

Il giorno 11/12 p.v. sabato alle ore 16:45 si terrà, presso l’ex cinema Capitol in c.so Umberto a Portici, un incontro pubblico col Sindaco Vincenzo Cuomo. Tale incontro, è stato organizzato dal M5S di Portici, con lo scopo, di mettere in contatto diretto i cittadini e la pubblica amministrazione.

Continua a leggere

LA CADUTA DI POMPEI – Il presidente dell’Anci Campania, Nino Daniele e il sindaco di Pompei incontrano i sindaci del Vesuviani per discutere del “caso Scavi”

Il presidente dell’Anci Campania Nino Daniele e il sindaco di Pompei Claudio D’Alessio tra poche ore presso la sala di rappresentanza ”Marianna De Fusco” del Comune di Pompei, (piazza Bartolo Longo 36) incontreranno i primi cittadini di Ercolano, Vincenzo Strazzullo, di Portici, Vincenzo Cuomo; di Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio; di Torre Annunziata, Giosue’ Starita; di Torre del Greco, Ciro Borriello; di San Giorgio a Cremano, Domenico Giorgiano e di Sorrento Giuseppe Cuomo, per affrontare la situazione dell’area archeologica di Pompei in seguito ai crolli delle ultime settimane.  

Continua a leggere

CONTRO LA CAMORRA – Vietata a Portici la esposizione dei tappetini, stuoie e sorgenti luminose sui marciapiedi antistanti le proprie attività

PORTICI – Entra in vigore nella città del Granatello  l’ordinanza contro il ‘pizzo’ di Natale: ai commercianti sarà vietata la esposizione dei tappetini, stuoie e sorgenti luminose sui marciapiedi antistanti le proprie attività. Il provvedimento, adottato per il quarto anno consecutivo, mira a prevenire forme artificiose di ‘pizzo’ che nelle festività natalizie si manifestano con l’invito all’acquisto di addobbi a prezzi modici.

Continua a leggere

L’OMOCIDIO DELLA MAMMA CORAGGIO – Indagato anche Perillo, arrestato per pedofilia: è accausato di essere il mandante della barbarie

PORTICI – C’é un quinto indagato nell’inchiesta sull’omicidio di Teresa Buonocore, l’impiegata 51enne uccisa il 20 settembre scorso all’ingresso del porto di Napoli. Si tratta di Enrico Perillo, il geometra condannato a 15 anni di reclusione per le violenze su una delle due figlie della donna; nei giorni scorsi gli era anche stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare per la detenzione delle armi e delle munizioni ritrovate dalla polizia nelle ore successive all’omicidio.

Continua a leggere

OMICIDIO BUONOCORE – I Pm reputano gravissimi gli indizi a carico dei due presunti killer: alla base di tutto la vendetta. Venerdì Protici ricorderà la sua mamma-coraggio con una fiaccolata

PORTICI – Sono «gravissimi» gli indizi di colpevolezza nei confronti dei due presunti killer di Teresa Buonocore, la donna assassinata una settimana fa all’ingresso del porto di Napoli, ed il movente del delitto è sicuramente «la vendetta». Lo scrive il gip Amelia Primavera nel provvedimento con cui giovedì scorso ha convalidato il fermo di Alberto Amendola e Giuseppe Avolio.

Continua a leggere

PER NON DIMENTICARE – Incontri e dirette radio per non dimenticare Giancarlo Siani: le iniziative di www.radiosiani.it da e per Ercolano (e non solo)

Giancarlo rivisto dal writer Raffo, sui muri dell'hinterland

ERCOLANO – Un incontro con i ragazzi e un albero d’ulivo per ricordare Giancarlo Siani, giovane pubblicista napoletano ucciso dalla camorra. Il 23 settembre 1985, quattro giorno dopo aver compiuto 26 anni, Giancarlo fu ucciso sotto casa, all’interno della propria Mehari. La sua condanna a morte fu decretata con la pubblicazione dell’articolo del 10 giugno 1985, in cui venivano raccontate le modalità con le quali i carabinieri erano riusciti ad arrestare Valentino Gionta, boss di Torre Annunziata.

Continua a leggere

L’OMICIDIO DELLA MAMMA CORAGGIO – Gli agenti della squadra mobile arrestano gli esecutori materiali dell’omicidio di Teresa Buonocore: si indaga ancora sul movente

PORTICI – Gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli hanno arrestato gli esecutori materiali dell’omicidio di Teresa Buonocore. Si tratta di Alberto Amendola 26enne e Giuseppe Avolio, 21enne, destinatari di fermo di pm con l’accusa di omicidio, detenzione e porto illegale di arma da fuoco, relativo munizionamento e spari in luogo pubblico.

Continua a leggere