Un lungo applauso accompagna Enzo Liguori, un uomo perbene. Ai funerali del papà di maria Liguori anche il direttore de Il Mattino Virman Cusenza

POLLENA TROCCHIA – Si sono svolti nella chiesa di San Giacomo Apostolo a Pollena Trocchia i funerali di Vincenzo Liguori, il meccanico ucciso giovedi’ sera mentre lavorava nella sua officina in via San Giorgio Vecchio a San Giorgio a Cremano, sempre nel Napoletano e nel quale e’ rimasto ucciso un altro uomo, il vero obiettivo dei killer. A concelebrare i funerali don Luigi Ciotti e don Tonino Palmese.

Continua a leggere

GIORNALISTI PRECARI – Finalmente c’è il coordinamento. Ciro Pellegrino a Ordine e Assostampa: “Non saremo tappetino e non trattiamo niente. Faremo proposte e vi romperemo le palle”

Alla ricerca di rappresentanza e tutela per far valere i sacrosanti diritti e impedire ad altri di calpestare la propria dignità. Con questo obiettivo, tre mesi fa, professionisti, pubblicisti, freelance e disoccupati si sono uniti in un Coordinamento e hanno creato l’Associazione dei giornalisti precari campani, presentata lo scorso 26 febbraio nella libreria Ubik di Napoli.

Continua a leggere

LIBERTA’ DI STAMPA – Nasce il Coordinamento giornalisti precari campani. Alla libreria Ubik il primo incontro ufficiale

Precari di tutto il mondo (campano) unitevi. parte il movimento dei Giornalisti precari della Campania. Lo scorso 8 gennaio 2010 è nato a Napoli il Coordinamento giornalisti precari campani. 

Continua a leggere

CONTRO LE MAFIE – In attesa della giornata della memoria delle vittime delle mafie, i giornalisti incontrano l’associazione Libera

don-ciotti

Un incontro tra i giornalisti campani e l´associazione Libera si è svolto oggi a Napoli in vista della “XIV Giornata nazionale della memoria e dell´impegno per tutte le vittime della mafie” che sarà celebrata a Napoli, in piazza del Plebiscito, il prossimo 21 marzo.

Continua a leggere

A Sant’Anastasia la biblioteca comunale intitolata a Giancarlo Siani. All’inaugurazione il sindaco Pone, l’assessore De Simone, la Pm Triassi e Daniela Spadaro de Il Mattino

SANT’ANASTASIA – L’importanza della memoria, la forza di un ricordo: perchè titolare una Biblioteca comunale ad un giornalista (giovane e sognatore) ammazzato dalla camorra (che è vecchia è non sogna) significa, segnare un percorso. Di legalità. Stasera alle ore 18.00, nell’ambito della serie di eventi «Archi di Memoria» organizzati dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Sant’Anastasia, sarà apposta la targa che intitola la biblioteca di via Arco al giornalista de «Il Mattino» Giancarlo Siani, ucciso in un agguato di camorra il 23 settembre del 1985.

Continua a leggere