VERSO LE COMUNALI A NAPOLI – Mastella scioglie la riserva: mi candido, sarò l’alleato del popolo. Ancora tutto da decidere in casa Pd e Pdl

Anche da Benevento, dove la prossima primavera si torna a votare per il rinnovo del consiglio comunale del capoluogo, Clemente Mastella, segretario nazionale de ‘I Popolari per il Sud’, ribadisce la sua candidatura a sindaco di Napoli dove fara’ ”alleanza col popolo napoletano” e nel caso di elezione si dimetterebbe subito da europarlamentare.

Continua a leggere

Annunci

LA CORSA ALLA POLTRONA – Per la carica a sindaco di napoli scende in campo anche Clemente Mastella. Nel centro sinistra si attendono le primarie

“Per le prossime elezioni comunali a Napoli e negli altri comuni capoluogo chiediamo che nella coalizione di centrodestra si proceda alle primarie per la scelta dei candidati. Vogliamo partecipare alla formazione del programma e alla scelta degli aspiranti sindaci. In caso contrario, siamo pronti come Popolari per il Sud a candidare Clemente Mastella sindaco di Napoli e nostri candidati nelle altre tre città capoluogo”.

Continua a leggere

LE CASE “DI PARTITO” – L’Accusa dei giudici: i soldi dell’Udeur usati per acquistare ville e appartamenti. Clemente mastella: “E’ l’ennesimo attacco al partito per screditare la mia famiglia”

Denaro dell’Udeur sarebbe stato utilizzato da una società che fa capo ai due figli dei coniugi Mastella per acquistare immobili a Roma. Lo si evince da alcuni documenti depositati dal pm di Napoli Francesco Curcio nel corso dell’udienza preliminare sull’inchiesta Arpac che è in corso davanti al gup Eduardo De Gregorio. L’europarlamentare Clemente Mastella, rispedisce al mittente le accuse. Si indaga.

Continua a leggere

IL VOTO DELLE REGIONALI – Sospeso il “divieto di dimora” a Sandra Lonardo. Lady Mastella “libera di muoversi” per votare alle regionali

È stato sospeso il divieto di dimora in Campania a Sandra Lonardo Mastella per consentirle di esercitare il diritto di voto. Non è una revoca del provvedimento assunto dai magistrati per la vicenda Arpac ma solo di una sospensione per dare diritto al voto a lady Mastella.

Continua a leggere

VERSO IL VOTO – Da definire solo le liste, ma a Sant’Anastasia i partiti si spaccano. E’ partita la campagna elettorale e la guerra dei manifesti

SANT’ANASTASIA – E’ crisi in casa Mastella. Pronti? Via. Ormai c’è da definire solo le liste, ma i giochi sono quasi tutti fatti.  E anche le scissioni interne ai partiti. Nell’Udeur, infatti, c’è aria di tempesta e la città tappezzata di manifesti ne è la prova. Da una parte il gruppo storico legato a Giacomo Gammella, dall’altra quello legato all’attuale presidente della sezione di Sant’Anastasia Franco Rea.

Continua a leggere

VERSO LE REGIONALI – Il codice etico nel Pdl e il divieto di Mara Carfagna alla candidatura di Sandra Lonardo, in Mastella

Quote rosa, crisi nel Pdl, anche se nel Pd e nell’intero gruppone della sinistra, non se la passano affatto meglio. E Mara Carfagna, si dice “contraria alle candidature compromesse” perché è “dell’idea che chi si vuole rappresentare i cittadini, non debba avere su di sé nessuna ombra”, ma “essere al di sopra di ogni sospetto”.

Continua a leggere

SIGNORE PECORE – In Radio, Sandra Lonardo spiega i perchè e i percome delle sue traversie giudiziarie. E nel gioco della torre, non sa chi “è peggio”: Di Pietro o De Magistris?

Un giorno da pecora? E perchè offendersi se soprattutto per la magistratura c’è l’obbligo di non dimorare in Campania, magari per non commettere “altri guai”. Ma Sandra Lonardo (Mastella) ci sta. E va in onda su Radio Due Rai.

Continua a leggere