CAPODANNO INSANGUINATO – Sul primo delitto dell’anno ancora troppi misteri: Giovanni Conte, originario di Ponticelli, non doveva morire ma qualcosa è andato male. Si indaga a 360°

E’ il primo omicidio del 2011, perché per certi “affari” non viene lasciato spazio ai festeggiamenti, vanno risolti subito! Così si apre l’anno a Ponticelli, periferia orientale di Napoli, dove un uomo, Giovanni Conte, viene assassinato circa mezz’ora dopo la mezzanotte; mentre rientrava nella sua abitazione di Via Mario Palermo.

Continua a leggere

Annunci

HOLDING CAMORRA – La confederazione dei clan, i Lo Russo e i Moccia chiedono le estorsioni assieme, 4 arresti

I Carabinieri della Compagnia di Casoria, in provincia di Napoli, questa notte hanno sottoposto a fermo 4 soggetti ritenuti affiliati ai clan camorristici dei ‘Moccia’, operante nell’hinterland nord del capoluogo campano, e dei ‘Lo Russo’, operante nella zona settentrionale di Napoli, ritenuti responsabili a vario titolo di usura ed estorsione aggravati dal metodo mafioso.

Continua a leggere

LE RIVELAZIONI DEL PENTITO – Peppe Misso (‘o nasone) il boss del rione Sanità avrebbe garantito la pax tra i clan per la “quiete” pubblica in arrivo di grossi appalti e partite di droga. L’ex ras che dichiarò guerra all’Alleanza di Secondigliano, smentisce tutto

Tra i “Leoni di marmo” che presidiano il Duomo di Napoli è cresciuto è da lì ha iniziato la sua carriera criminale. Da “semplice” rapinatore, fino a scalare il gotha del “sistema” camorra. Oggi alcune dichiarazioni di pentiti (secondo la magistratura, più che attendibili) al boss del rione Sanità Giuseppe Misso fu chiesto di mettere fine alla guerra tra i clan in quanto “c’era la necessità che nella città di Napoli non ci fossero scontri diretti tra le organizzazioni camorristiche o faide eclatanti perché c’erano in corso procedure per opere pubbliche importanti” e “soprattutto le istituzioni non dovevano essere ‘insidate'”.

Continua a leggere

SCACCO AI CLAN – Decimato il clan Lo Russo: ha fatto aprte del gotha della camorra. Sequestrate auto di lusso e azioni in diverse banche del Sud Italia

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli hanno arrestato 17 persone ritenute affiliate al clan camorristico dei Lo Russo, operante in diversi quartieri del capoluogo campano. Sono destinatari di ordinanza di custodia cautelare emessa su richiesta della DDA partenopea per associazione per delinquere di tipo mafioso, traffico e spaccio di stupefacenti e detenzione e porto illegale di armi.

Continua a leggere

GUERRE DI CAMORRA – La faida tra i Misso e l’alleanza di Secondigliano: Peppe ‘o nasone ordinò 5 omicidi per vendicare la moglie

peppe_misso

Era uno dei Leoni che guardava Napoli dalle scale del Duomo: il re di largo donnareggina, che oggi fa il collaboratore di giustizia. Peppe Misso, all’anagrafe Missi, sta dietro la faida che alla fine degli anni ’90 insanguinò Napoli col sangue degli uomini (tutti di spicco) del clan Licciardi. Un boss vuole vendicare la morte della moglie, rimasta uccisa in una strage di camorra, e una volta fuori dalla galera, apre una guerra con i clan rivali, attraverso un ampio sistema di alleanze.

Continua a leggere