LE COMUNALI – Il Pdl aumenta l’elettorato, il Pd stravince. Il dopo Nino Daniele è targato Vincenzo Strazzullo

ERCOLANO – La battaglia elettorale appena conclusa ripone nuovamente la città degli scavi nelle mani del  governo di  centro sinistra. Ma il centro destra cittadino guadagna 10 punti percentuali in più rispetto alle amministrative del 2005.  Ad avere la meglio tra i cinque aspirati sindaco è stato il candidato del PD Vincenzo Strazzullo appoggiato dall’ Udc, Api, Idv, Psi, Sinistra ecologia e libertà e i verdi. Ancora una volta la città  degli scavi si conferma un comune di orientamento di centro sinistra, a sancire la tendenza cittadina è stato uno schiacciate plebiscito che ha posto al governo della città Strazzullo con il  65,87% di preferenze per circa 21.887  voti espressi a favore del candidato Pd. La città  per il dopo Daniele si affida nelle mani del medico, 54 anni, consigliere comunale uscente,  da sempre militante  nell’area centrista. È stato premiato lo sforzo della coalizione di centro sinistra, queste sono state le  prime parole del nuovo primo cittadino ercolanese. “Bisognerà continuare  il lavoro di Nino Daniele” , ha dichiarato Strazzullo .

Continua a leggere

Annunci

VERSO LE COMUNALI – Tutti in corsa per la poltrona che è di Nino Daniele. Tra storiche e “nuove” alleanze

ERCOLANO – Ormai tutto è pronto per l’inizio della campagna elettorale nella città degli scavi in vista delle prossime amministrative del 28 e 29 marzo. La strada per la presentazione delle liste è stata dura e tortuosa per tutti gli schieramenti politici cittadini che hanno tentennato e cambiato le loro posizioni fino a poche ore prima della presentazione delle liste ufficiali.

Continua a leggere

VERSO LE AMMINISTRATIVE/2 – A Ercolano tutti contro tutti per il dopo Nino Daniele.

ERCOLANO – Quattro gli aspiranti successori di Nino Daniele a Ercolano. Vincenzo Strazzullo per IL centro sinistra, Ciro Cozzolino per il centrodestra, Antonio Ascione (Mpa) e Nunzio Di Martino (civiche e Udeur). Incertezza fino alla fine per le scelte di Udc che appoggia il candidato del Pd, l’Api e Federazione comunista.

Continua a leggere