CAPODANNO INSANGUINATO – Sul primo delitto dell’anno ancora troppi misteri: Giovanni Conte, originario di Ponticelli, non doveva morire ma qualcosa è andato male. Si indaga a 360°

E’ il primo omicidio del 2011, perché per certi “affari” non viene lasciato spazio ai festeggiamenti, vanno risolti subito! Così si apre l’anno a Ponticelli, periferia orientale di Napoli, dove un uomo, Giovanni Conte, viene assassinato circa mezz’ora dopo la mezzanotte; mentre rientrava nella sua abitazione di Via Mario Palermo.

Continua a leggere

LA FAIDA – Ricostruitsa dagli inquirenti la guerra di camorra tra iSarno e i De Luca Bossa, tra omicidi e macabre scoperte

Anni di terrore e di sangue versato. Anni di macabre scoperte dove se non stavi con chi “comandava” rischiavi di essere trucidato nel parcheggio di un ristorante o addirittura sciolto nell’acido. Trentaquattro persone ritenute affiliate ai clan camorristici Sarno, Fusco-Ponticelli e De Luca-Bossa, attivi a Napoli, Cercola, Pollena Trocchia e San Sebastiano al Vesuvio, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Torre del Greco. Nei loro confronti e’ stata emessa dalla magistratura un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

L’ARTE IN SOFFITTA – Gli operai della manutenzione scoprono a Cercola un patrimonio d’arte e cultura “dimenticata” in soffitta da venti anni

CERCOLA – Certo, almeno tre sindaci (compreso quello in carica) non ci fanno una bella figura, ma il ritrovamento di mobili antichi nella soffitta del Comune, è un bella notizia. Un patrimonio d’arte e cultura dimenticato in una soffitta del municipio di Cercola e ritrovato, a distanza di una ventina d’anni, da alcuni operai intenti a lavori di impermeabilizzazione del tetto. Una consolle, una specchiera, ed alcuni altri elementi di mobili antichi, facevano parte dell’arredo del palazzo comunale realizzato dal primo sindaco del paese vesuviano, Domenico Riccardi, che, dopo aver fatto costruire a proprie spese il municipio, dono’ anche i mobili per tutti gli uffici nel lontano 1878. I mobili erano stati depositati in soffitta una ventina di anni fa, in seguito ai lavori di ritrutturazione di alcuni locali del comune, e da allora ”dimenticati”. Gli oggetti sono stati catalogati ed affidati ad un restauratore dall’assessore comunale al Patrimonio, Mario Montella.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

EQUILIBRI PRECARI – In consiglio si discute della stabilizzazione degli Lsu e del “futuro” dell’assessore nicola Campanile

CERCOLA –  Nuovo scontro quello consumatosi il  25 novembre in consiglio comunale. Questa volta però non si tratta del solito gioco tra le parti, ma di una divergenza tra i consiglieri della maggioranza ed uno dei suoi assessori, Nicola Campanile.

Continua a leggere

Cercola. Arrestato consigliere Pdl Gaetano De Simone con l’accusa di spaccio di droga e associazione per delinquere. “Dispiaciuto” il capogruppo Pandolfi.

CERCOLA. Ieri sera i carabinieri della tenenza locale guidati dal tenente Vito Ingrosso hanno arrestato il consigliere comunale Gaetano De Simone assieme ad altre sette persone.
L’accusa per tutti e otto è di traffico di sostanze stupefacenti aggravata dall’appartenenza ad un’associazione camorristica. Continua a leggere

RAID AL RISTORANTE – Arrestato un altro uomo del clan Sarno per il raid al ristorante del Pino, a seguito della lite tra i bambini

I carabinieri della compagnia di Mondragone hanno catturato a Castel Volturno, in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Napoli, Carmine Olivieri, di 45 anni, di Cercola, ritenuto affiliato al clan Sarno, operante della zona di Ponticelli, che insieme con altri complici già arrestati, il 26 settembre scorso, aggredirono e rapinarono alcune avventori del ristorante Il Pino, a Cercola.

Continua a leggere

L’ERMEGENZA RIFIUTI – Un incontro tra Pasquale Tammaro e Raffaele Allocca. Il sindaco di Cercola: “Maggiore pratica della differenziata e un centro di compostaggio nella nostra area”

CERCOLA – Cercola ed alcuni comuni dell’area vesuviana stanno reggendo bene l’emergenza rifiuti grazie alla raccolta differenziata. Lo sostiene il sindaco di Cercola, Pasquale Tammaro, che in un incontro con il sindaco di Somma Vesuviana, Raffaele Allocca, si è soffermato sulla necessita’ di realizzare un sito di compostaggio nell’area vesuviana.

Continua a leggere

GLI EQUILIBRI IN CASA TAMMARO – Slitta la seduta di Consiglio per l’approvazione del cambio allo Statuto che permetterebbe (la legge n. 267 del 2000 lo vieta) al sindaco di essere anche Presidente del Consorzio Cimiteriale

CERCOLA –  Rinviata a data da destinarsi la seduta di consiglio comunale che doveva tenersi stasera alle ore 19. All’ ordine del giorno la modifica dell’ articolo 38 dello Statuto Comunale che dichiara incompatibili le cariche di sindaco e presidente del consiglio d’ amministrazione del consorzio cimiteriale, in quanto questo è un ente sottoposto al controllo del Comune. “Lo Statuto è vecchio e va rivisto nella sua globalità”  aveva detto il sindaco Pasquale Tammaro- che attualmente ricopre entrambe le cariche- nel corso dell’ ultimo consiglio comunale scatenando le perplessità dell’ opposizione. La modifica non aveva ottenuto i voti favorevoli dei 2/3 del consiglio comunale e l’ amministrazione si era proposta di farla rivotare quanto prima. Irrintracciabile il vice- presidente del consiglio comunale, il consigliere del Pdl Alfredo Tammaro, per chiarire le cause del rinvio.

Continua a leggere

PEDALI E MEMORIAL – Al Circolo Combattenti e Reduci, il primo memorial dedicato a Cesarino Beretta

Per non dimenticare cesarino Beretta, storico militante della destra sociale cercolese e animatore della vita politica sotto il vesuvio. Dopo anni di assenza da Cercola, le biciclette ritornano a correre per Cercola grazie al primo Trofeo Cesare Beretta-Città di Cercola, organizzato dal Circolo Combattenti e reduci, guidato dal presidente, avvocato Mario Di Tuoro.

Continua a leggere

Dopo parentopoli, l’approvazione del bilancio. Pasquale Tammaro: “Sono orgoglioso di questa amministrazione”

CERCOLA -  Bilancio di previsione approvato dalla maggioranza retta dal sindaco Pasquale Tammaro, gli unici voti contrari sono stati quelli dei cinque consiglieri d’ opposizione presenti. La discussione che ha anticipato la votazione non è stata esente da polemiche.  “Fateci capire dove volete arrivare, come volete spendere i soldi pubblici” hanno tuonato i consiglieri del Pd Enzo Barone e Salvatore Grillo “l’ assessore al bilancio Bruno Colella è spesso assente alle riunioni e snocciola numeri senza essere molto chiaro”. I consiglieri di centro- sinistra hanno dichiarato di non comprendere l’ indirizzo del documento e di aver evidenziato pareri discordanti tra il primo cittadino ed i revisori dei conti. Il consigliere Pd Riccardo Meandro ha fatto presente la mancata stabilizzazione di cinque lavoratori socialmente utili prevista nel contratto tra Comune e la Fipav, la società che ha in gestione la cittadella sportiva di Caravita a cui spettava tale incombenza. Tammaro si è professato orgoglioso dell’ amministrazione di cui è alla guida ed ha bollato come sterile la diatriba scatenata dall’ opposizione.

Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.