LE LETTERE AL PRESIDENTE – Caro Berlusconi ti scrivo… ecco lel lettere anti discarica dei bambini sotto il Vesuvio

Lettere contro la munnezza. Contro la puzza che proviene dalla discarica Sari di Terzigno e per scongiurare l’apertura di un secondo sito nello stesso luogo, in pieno Parco nazionale del Vesuvio, le mamme di 50 mila bambini del territorio vesuviano manderanno al premier Silvio Berlusconi il tema fatto in classe dai propri figli sul tema dell’ambiente e della salute. Continua a leggere

MUNNEZZA NOSTRUM – Parte l’operazione “Triangolo delle Bermude” e finiscono in manette gli uomini che gestivano il business dei rifiuti illegali nel vesuviano

Amianto e altri rifiuti tossici pericolosi tra cui vernici, diluenti e solventi, venivano interrati nei fondi agricoli coltivati del Napoletano da un’organizzazione criminale che faceva scomparire così tonnellate di rifiuti speciali. E’ lo scenario inquietante emerso dall’operazione ‘Triangolo delle Bermude’, messo in luce dalla Guardia Costiera e della polizia ambientale su disposizione della procura di Torre Annunziata.

Continua a leggere

DALLA PARTE DEGLI ULTIMI – Il Vescovo di Nola Beniamino Depalma presenta gli interventi della Caritas Diocesana

Presentazione degli interventi della Caritas diocesana per garantire assistenza sanitaria agli indigenti del territorio-  Il vescovo, mons. Beniamino Depalma: «I nuovi poveri rinunciano a curarsi, ci appelliamo alla sensibilità dei medici» Sabato 5 giugno, alle ore 11, presso il Salone dei Medaglioni del palazzo vescovile di Nola, la Caritas della diocesi di Nola presenterà il programma socio sanitario a tutela delle fasce deboli.

Continua a leggere

LA COCA A DOMICILIO – 17 uomini legati al clan Pesacane consegnavano la droga a domicilio, previa telefonata e prenotazione

BOSCOREALE – Come le escort, ma niente sesso: solo droga. Una banda di spacciatori si era specializzata nel consegnare la droga a domicilio, dopo aver preso un appuntamento telefonico con i consumatori. Diciassette persone, due delle quali ritenute contigue al clan camorristico Pesacane, attivo a Boscoreale, tutte componenti della banda specializzata nello spaccio di cocaina. sono state arrestate dai carabinieri del comando provinciale di Napoli, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dalla magistratura. Nel corso di indagini i carabinieri della Compagnia di Castellammare di Stabia, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, hanno scoperto la rete di spaccio, che agiva in una vasta area del Napoletano con modalità non consuete di consegna della droga (a domicilio e previo appuntamento telefonico). Gli investigatori hanno documentato oltre mille casi di spaccio.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

MUNNEZZA DA ESPORTAZIONE – La questione della discarica sul Vesuvio finisce al parlamento Europeo. Domani il sindaco Langella e una delegazione del comune a Bruxelles

La munnezza del Vesuvio arriva al Parlamento Europeo. Si sposta a Bruxelles, al Parlamento Europeo, la questione collegata alla realizzazione della seconda discarica rifiuti nel Parco Nazionale del Vesuvio, ex cava Vitiello.

Continua a leggere

VINCOLI E SVILUPPO – Continuano gli appuntamenti di Assoimpero per discutere di “Rischio Vesuvio” e “Zona rossa”, tra vincoli e la speranza dello sviluppo

Dopo il grande successo di Sabato 30 al MAV di Ercolano continua la campagna di sensibilizzazione sul Rischio Vesuvio “garantire sicurezza ai cittadini e sviluppo del territorio”. La seconda tappa della campagna si è tenuta presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale Giancarlo Siani di Sant’Anastasia. Seduti al tavolo dei relatori il Presidente dell’Assoimpero Ciro Di Dato, l’Avvocato Antonio Bucci coordinatore territoriale ONPS Campania e il Professor Giuseppe Rolando docente di vulcanologia presso la Federico II.

Continua a leggere

L’OPERAZIONE DELL’ARMA – I Carabinieri arrestano 4 persone per possesso illegale di arma, erano tutti pregiudicati

BOSCOREALE – Quattro persone sono state arrestate per detenzione di arma e ricettazione a Poggiomarino dai carabinieri, che hanno sequestrato una pistola calibro 7.65, due caricatori con 50 cartucce ed un caricatore per pistola automatica calibro 9.

Continua a leggere