L’INCENDIO – A Volla un incendo devasta la nota cartoleria La Grande Mela, indagano i Vigili del Fuoco e i Carabinieri

VOLLA – Un fumo nero e denso ha avviluppato l’ intera via Monteoliveto a Volla, l’ allarme che riceve la vigilanza scatta verso le 20:39; arrivati sul posto i vigilantes si rendono conto dell’ incendio che si sta propagando; a prender fuoco è una cartoleria: “La Grande Mela” notissima nella cittadina e non solo, vengono allertati i vigili del fuoco, che arrivano tempestivamente sul posto; vengono avvertiti anche i proprietari del negozio ed è forse questo il compito più gravoso per la vigilanza.

Continua a leggere

Volla. Incendio in via Monteoliveto, distrutta nota cartoleria vollese

Volla – Un fumo nero e denso ha avviluppato l’intera via Monteoliveto a Volla, l’allarme che riceve la vigilanza scatta verso le 20:39; arrivati sul posto i vigilantes si rendono conto dell’ incendio che si sta propagando; a prender fuoco è una cartoleria: “La Grande Mela” notissima nella cittadina e non solo, vengono allertati i vigili del fuoco, che arrivano tempestivamente sul posto; vengono avvertiti anche i proprietari del negozio ed è forse questo il compito più gravoso per la vigilanza. Continua a leggere

L’EMERGENZA RIFIUTI – Dal capo gruppo del Pd in Provincia, le accuse alla Giunta Cesaro. Pino Capasso: “E’ passato, invece, un anno e mezzo e il presidente Cesaro e l’assessore Caliendo non sono riusciti ad inaugurare una nuova isola ecologica”

”Ci sono voluti ben 18 mesi affinche’ Cesaro e la sua Giunta decidessero di stanziare fondi a sostegno dei Comuni per incentivare e potenziare la raccolta differenziata, attraverso la realizzazione di isole ecologiche”. Cosi’, in una nota, il capogruppo Pd alla Provincia di Napoli, Giuseppe Capasso.   Continua a leggere

CAPODANNO INSANGUINATO – Sul primo delitto dell’anno ancora troppi misteri: Giovanni Conte, originario di Ponticelli, non doveva morire ma qualcosa è andato male. Si indaga a 360°

E’ il primo omicidio del 2011, perché per certi “affari” non viene lasciato spazio ai festeggiamenti, vanno risolti subito! Così si apre l’anno a Ponticelli, periferia orientale di Napoli, dove un uomo, Giovanni Conte, viene assassinato circa mezz’ora dopo la mezzanotte; mentre rientrava nella sua abitazione di Via Mario Palermo.

Continua a leggere

NAPOLI-KABUL – Un morto e quasi duecento feriti tra Napoli e Provincia per i botti di Capodanno. A Volla esplode una caldaia, si rischia la strage

VOLLA – Un morto e 498 feriti, di cui 44 gravi (con prognosi superiore ai 40 giorni). E’ il bilancio ufficiale delle vittime dei botti di Capodanno in tutta Italia, reso noto dal dipartimento della pubblica sicurezza. A perdere la vita è stato un uomo colpito da un proiettile vagante a Crispano (Napoli). Centoventisette dei feriti sono minorenni, e 68 di loro hanno meno di 12 anni.

Continua a leggere

LA FAIDA – Ricostruitsa dagli inquirenti la guerra di camorra tra iSarno e i De Luca Bossa, tra omicidi e macabre scoperte

Anni di terrore e di sangue versato. Anni di macabre scoperte dove se non stavi con chi “comandava” rischiavi di essere trucidato nel parcheggio di un ristorante o addirittura sciolto nell’acido. Trentaquattro persone ritenute affiliate ai clan camorristici Sarno, Fusco-Ponticelli e De Luca-Bossa, attivi a Napoli, Cercola, Pollena Trocchia e San Sebastiano al Vesuvio, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Torre del Greco. Nei loro confronti e’ stata emessa dalla magistratura un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Continua a leggere

EMERGENZA MUNNEZZA – Sindaci del vesuviano indagati per epidemia colposa e omissione di atti di ufficio

Numerosi sindaci di comuni della provincia di Napoli, tra cui il primo cittadino di Napoli, Rosa Iervolino Russo, stanno ricevendo in queste ore avvisi di chiusura indagine per epidemia colposa e omissione in atti di ufficio per l’emergenza rifiuti del 2008.

Continua a leggere