L’EMERGENZA RIFIUTI – Dal capo gruppo del Pd in Provincia, le accuse alla Giunta Cesaro. Pino Capasso: “E’ passato, invece, un anno e mezzo e il presidente Cesaro e l’assessore Caliendo non sono riusciti ad inaugurare una nuova isola ecologica”

”Ci sono voluti ben 18 mesi affinche’ Cesaro e la sua Giunta decidessero di stanziare fondi a sostegno dei Comuni per incentivare e potenziare la raccolta differenziata, attraverso la realizzazione di isole ecologiche”. Cosi’, in una nota, il capogruppo Pd alla Provincia di Napoli, Giuseppe Capasso.  ”Erroneamente il presidente Cesaro e l’assessore Caliendo si sono intestati anche il precedente bando di 9 milioni di euro circa approvati dalla Giunta Di Palma a pochi mesi dalla scadenza della consiliatura, che ha realizzato circa 34 isole ecologiche e quello di 7 milioni di euro per la premialita’ ai Comuni”, spiega. ”Al suo insediamento l’assessore Caliendo – prosegue Capasso – dichiaro’ che un anno per la realizzazione delle isole ecologiche previsto dal bando dell’amministrazione uscente era troppo e decise quindi di ridurre i tempi a 6 mesi. E’ passato, invece, un anno e mezzo e il presidente Cesaro e l’assessore Caliendo non sono riusciti ad inaugurare una nuova isola ecologica palesando l’inadeguatezza anche a svolgere il ruolo di coordinamento e monitoraggio delle attivita’ dei Comuni in materia di rifiuti”. ”Per non parlare, poi, dei dati sulla raccolta differenziata che sono fermi al 2008 e sono alla base dell’attivita’ di programmazione e del sistema tariffario elaborati dalla Sap-Na, nonostante gli sforzi dei Comuni, soprattutto quelli piccoli, che li elaborano e li trasmettono mensilmente all’Osservatorio Provinciale sui Rifiuti”. ”Dall’approvazione della Legge 26-2010 – conclude il capogruppo Pd – che i presidenti delle 4 Province campane hanno votato nella loro qualita’ di parlamentari, salvo poi chiederne una proroga, le Province, soprattutto quella di Napoli visto il perdurare dell’emergenza rifiuti, dovrebbero essere il motore trainante di un corretto ciclo dei rifiuti, anziche’ restare ad aspettare i ‘miracoli’ del premier”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it