TRA CATASTROFI E BELLEZZE – La domus gladiatori risorge in museo virtuale a Ercolano. La schola armatura rum ‘ricostruita’ con tecnologie multimediali 3d

ERCOLANO –  Passeggiare fra le mura della ‘Schola Armaturarum’ di Pompei e’ di nuovo possibile, anche se solo virtualmente. Crollata a novembre scorso, la struttura nota come la Casa dei Gladiatori risorge grazie al Museo Archeologico Virtuale (Mav) di Ercolano che ha ricostruito il sito utilizzando avanzate tecnologie multimediali. Intitolato ”Nata per non crollare mai”, l’omaggio del Mav alla celebre costruzione pompeiana consente ai visitatori di tornare a immergersi nello splendore della Schola Armaturarum grazie a una ricostruzione digitale realizzata in Computer Grafica 3D da Raffaele Gentiluomo.   

 Tre sono le proposte di esplorazione virtuale: una istallazione ”immersiva” per ammirare la ricostruzione dell’edificio cosi’ com’era nel 79 d.C. e altre due, didattico-scientifiche, che prevedono la proiezione di un filmato sulla storia dello scavo e la riproduzione dei grandi armadi, i luoghi in cui si conservavano le armi, con una proiezione a parete per apprezzare in dettaglio scudi, spade, elmi e vessilli usati dai Romani durante le parate militari.  La Domus dei Gladiatori e’ solo l’ultimo dei lavori realizzati al Mav, che nei suoi 1500 metri quadrati di superficie ospita la ricostruzione virtuale della vita e dei costumi degli abitanti delle citta’ di Ercolano, Pompei, Cuma e Stabia. Oltre 70 le installazioni multimediali che riproducono le principali aree archeologiche della Campania nel loro antico splendore.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it