VERSO LE ELEZIONI – Il Pdl brancola nel buio, scende in campo per le primarie del Pd anche l’europarlamentare Andrea Cozzolino

”Le primarie devono essere l’opportunita’ per una riconciliazione delle istituzioni e della politica con la citta’. Se le riduciamo, invece, a puro strumento di conta interna, rischiano di diventare un’occasione sprecata. Anche per questo ho deciso di candidarmi e di contribuire in prima persona a portare Napoli fuori dalla fase delicatissima che sta attraversando, dalla sfiducia che ormai accomuna elettori di centrosinistra e di centrodestra. Dobbiamo parlare a tutti loro e riaprire un dialogo”, ha detto l’eurodeputato del Pd Andrea Cozzolino che ha presentato la sua candidatura alle primarie del centrosinistra per la scelta del sindaco di Napoli, fissate per il 23 gennaio. ”Il nostro nemico numero uno e’ l’astensione, l’indifferenza. Solo con una grande mobilitazione di energie possiamo restituire speranza alla citta”’, ha affermato. 

 ”Il nostro obiettivo e’ fare di Napoli una normale citta’ europea”, ha spiegato l’europarlamentare che ha indicato i punti principali del suo programma: ”una citta’ piu’ vivibile nel quotidiano a partire dai temi dell’ambiente, dei rifiuti e della sicurezza per tutti i cittadini”, ”citta’ motrice di sviluppo: porto franco, sburocratizzazione e un patto con le imprese per l’occupazione giovanile”, ”un nuovo welfare municipale costruito intorno all’infanzia”, ”un programma decennale di rigenerazione urbana del centro antico e delle periferie”, ha concluso Cozzolino. In sala, conclude la nota, erano presenti circa 1000 persone, tra cui amministratori, esponenti politici, esponenti della societa’ civile, del sindacato e dell’impresa.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it