NATALE A NAPOLI – La Regione non finanzia gli eventi, il Comune sì. Parte “Il Natale dei Contrasti, Napoli si racconta”

Quarantaquattro concerti, dieci rappresentazioni teatrali, visite guidate ogni week end, ventitre’ mostre e oltre sessanta performance tra artisti di strada, guarattelle e posteggia e due piste di pattinaggio. Sono questi i numeri della rassegna Natale a Napoli organizzata dal  Comune. “Il Natale dei contrasti, Napoli si racconta”: e’ il tema del cartellone delle iniziative.

Un racconto che si snoda dall’otto dicembre e fino al sei gennaio, composto da fiere natalizie, artisti di strada e spettacoli all’ aperto, animazione per bambini e concerti all’interno di siti culturali. Il costo dell’intero programma di eventi e’ di 168mila Euro e

coinvolgera’ le 10 Municipalita’.   ”Nonostante la crisi economica abbiamo deciso di offrire

comunque un pacchetto di eventi per rendere omaggio alla tradizione – ha detto l’assessore Maria Grazia Pagano – la Regione Campania parla di sobrieta’ in modo malizioso, noi lo

facciamo rispettando le difficolta’ economiche delle famiglie”. ”Questo cartellone dimostra la forza del nostro popolo e  l’orgoglio vero che abbiamo – ha detto il sindaco Rosa Iervolino

– sfruttiamo la bellezza della citta’ e la tradizione culturale, offrendo un ottimo cartellone di eventi, che ha un ottimo rapporto tra i pochi fondi disponibili e la grande offerta. Dobbiamo ringraziare i nostri artisti che si sono dedicati al riscatto della citta’ e che lo possono fare perche’ hanno dentro una grande qualita”’. Anche il presidente della Municipalita’, San Lorenzo Vicaria, David Lebro dell’Udc, ha sottolinea come la Regione abbia commesso un errore a non investire nelle iniziative di Natale: ”E’ in un momento di crisi e disagio ma bisogna credere nella rinascita, la Regione ha sbagliato a non farlo”. ”Quest’anno – ha spiegato Pagano – abbiamo scelto di  organizzare un cartellone di spettacoli e manifestazioni coinvolgendo tutte le Municipalita’; ci sono, infatti, concerti e performance su tutto il territorio cittadino, e non solo nel centro storico. In tal modo, oltre a vivacizzare l’area tradizionalmente frequentata dai turisti e dagli stessi napoletani, l’intera citta’ sara’ palcoscenico di concerti, rappresentazioni teatrali e animazioni. Allestire il cartellone, quest’anno e in questo momento così delicato, e’ stata una sfida che ho affrontato con entusiasmo e determinazione, perche’ penso

che proprio in questo momento Napoli ha bisogno di ‘normalita”, e di accogliere al meglio i turisti che, nonostante la crisi, scelgono di visitare la nostra citta”’. Il racconto di Napoli avverra’ innanzitutto attraverso la  musica e all’interno delle piu’ belle chiese monumentali della  citta’: a partire dal tradizionale concerto dei Cantori di Posillipo, gruppo formato da 53 elementi che la sera del giorno di Natale terra’ il suo concerto nel Duomo di Napoli. Ma ci

sara’ musica anche nella Chiesa di Santo Strato a Posillipo, all’interno del Museo Archeologico, e nella splendida Chiesa dei Gerolomini, nel Complesso Monumentale di San Lorenzo. Concerto di Natale anche nella Chiesa di Santa Caterina a  Formiello, e artisti in costume presso la Sala Gemito e la Galleria Principe di Napoli. Ci sara’ spazio anche per la musica popolare della tradizione napoletana, con l’ artista Tony Cercola. Novita’ di quest’anno, l’animazione dei castelli; al Castel dell’Ovo, l’evento dedicato ai bambini, con le visite guidate teatralizzate e il racconto in costume di fiabe e novelle. Al Maschio Angioino e’ di scena l’arte, sia con la

mostra dedicata agli Ori dell’Annunziata e sia con un’esposizione di street art di artisti contemporanei.    A San Gregorio Armeno ci sara’ la Fiera dell’Arte Presepiale, e giocolieri, mimi e trampolieri animeranno i Decumani del centro storico, ma anche le vie dello shopping di Chiaja, via Calabritto e via dei Mille, e via Epomeo a Soccavo, e via Scarlatti al Vomero. A disposizione dei turisti e dei napoletani, anche visite guidate gratuite e, in collaborazione

con la Camera di Commercio di Napoli, gli info point di Welcome Natale (allestiti nella settimana a cavallo di Capodanno in piazzetta Gerolomini e, al Vomero, nel piazzale antistante la funicolare di Chiaia) e le informazioni wi-fi del ‘navigatore della bellezza’, l’applicazione scaricabile da tutti i cellulari che fornira’ notizie su tutto quanto è stato organizzato in

citta’.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it