ECONOMIA SOSTENIBILE – Al centro di Napoli nasce la Coop: spazio ai produttori locali e ai prodotti “libera” contro le mafie

Duemiladuecento metri quadrati, 93 dipendenti e 117 produttori locali. Questi i numeri del nuovo supermercato della Coop, il primo in citta’ a Napoli, che a pochi passi dalla stazione centrale occupa il primo piano di un edificio fino a qualche anno fa fatiscente e simbolo di degrado. Il supermercato sara’ inaugurato domani e rappresenta un punto di rilancio della Coop in Campania e nel sud Italia.

Continua a leggere

Annunci

L’EMERGENZA RIFIUTI – La crisi colpisce gli alberghi. Luca Ferlaino, Presidente Costa del Vesuvio: “Se continuiamo così, dobbiamo attivare la cassa integrazione per il personale”

ERCOLANO – L’emergenza rifiuti fa le prime vittime. GLi albergatori vesuviani, infatti, lanciano l’sos in quanto le stanze degli alberghi e delle strutture ricettive sono vuote.  ”Quest’anno per Natale le prenotazioni nelle strutture alberghiere sono bloccate a causa della crisi rifiuti…Siamo fermi…Se continua così stiamo valutando la ipotesi della cassa integrazione per il  personale”. E’ preoccupato Luca Ferlaino, responsabile marketing dell’albergo ‘Miglio d’Oro Park Hotel’ a Ercolano  e presidente del Consorzio ‘Costa del Vesuvio’ che ha  l’obiettivo di rilanciare lo sviluppo turistico nel Vesuviano.

Continua a leggere

L’INCIDENTE NEL PASTIFICIO – Il camion fa manovra e investe una donna: la 75enne muore sul colpo, indagano i carabinieri

NOLA –  L’ennesimo dramma su un luogo di lavoro, ma questa volta non c’entrano le “morti bianche”. Investe mortalmente una 75enne mentre sta effettuando una manovra con il suo camion: e’ accaduto all’interno dell’area di un pastificio, a Nola. Secondo quanto accertato dai carabinieri, la donna, parente dell’amministratore delegato del pastificio, e’ morta sul colpo. Molto probabilmente l’autista stava effettuando una retromacia e non ha visto l’anziana.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

L’ARTE IN SOFFITTA – Gli operai della manutenzione scoprono a Cercola un patrimonio d’arte e cultura “dimenticata” in soffitta da venti anni

CERCOLA – Certo, almeno tre sindaci (compreso quello in carica) non ci fanno una bella figura, ma il ritrovamento di mobili antichi nella soffitta del Comune, è un bella notizia. Un patrimonio d’arte e cultura dimenticato in una soffitta del municipio di Cercola e ritrovato, a distanza di una ventina d’anni, da alcuni operai intenti a lavori di impermeabilizzazione del tetto. Una consolle, una specchiera, ed alcuni altri elementi di mobili antichi, facevano parte dell’arredo del palazzo comunale realizzato dal primo sindaco del paese vesuviano, Domenico Riccardi, che, dopo aver fatto costruire a proprie spese il municipio, dono’ anche i mobili per tutti gli uffici nel lontano 1878. I mobili erano stati depositati in soffitta una ventina di anni fa, in seguito ai lavori di ritrutturazione di alcuni locali del comune, e da allora ”dimenticati”. Gli oggetti sono stati catalogati ed affidati ad un restauratore dall’assessore comunale al Patrimonio, Mario Montella.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it