LIBRO PEZZOTTO – Serrata della Guardia di Finanza a Mezzocannone, il regno dei “libri fotocopiati”

La Guardia di finanza del comando provinciale di Napoli, in collaborazione con funzionari della Siae, ha effettuato controlli simultanei in 9 copisterie situate nei pressi degli atenei cittadini nonchè all’interno di spazi universitari concessi in gestione a privati.

L’operazione antipirateria, finalizzata specificamente a reprimere il commercio illegale di copie di testi universitari, in modo da tutelare anche gli interessi degli operatori regolari del settore, ha portato, tra l’altro, al sequestro di 152 copie cartacee e 6 file in formato pdf che riproducevano copie integrali di testi universitari di ultima recensione. Il valore delle copie illecitamente detenute è stato quantificato in oltre 12.500 euro. Ammontano così a più di 50.000 euro di controvalore i sequestri effettuati nell’ultimo mese di libri universitari illecitamente riprodotti. Qualche settimana fa, infatti, un altro intervento congiunto Fiamme Gialle-Siae aveva portato al sequestro di 450 opere in file e cartacee. I responsabili delle tre copisterie trovate non in regola, per effetto delle violazioni alla normativa sul diritto d’autore sono stati denunciati e nei loro confronti resta comunque applicabile una sanzione amministrativa, calcolata da un minimo di 103 euro per ciascuna copia anche informatica illecitamente detenuta, per un importo complessivo superiore a 16.000 euro.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Advertisements