Massa di Somma. Polemiche sul PUC. L’assessore Nocerino replica alla lettera del consigliere Pd Savarese

Riceviamo e pubblichiamo una lettera inviataci dall’assessore ai Lavori Pubblici di Massa di Somma Agostino Nocerino, in risposta alla lettera inviataci qualche giorno fa dal consigliere Pd Savarese.

Da cristiano credente e praticante mantengo fede alla parola data alla mia famiglia ed ai miei colleghi amministratori e cioè, di non arrabbiarmi e non scendere in spregevoli pettegolezzi o repliche meschine. Ciò nonostante mi corre l’obbligo civile e morale come amministratore e buon padre di famiglia d’informare tutti i miei concittadini su alcuni fatti reali che hanno interessato e/o interessano tutt’ora il nostro comune.

In quest’ultimo periodo è stato pubblicato un articolo sul quotidiano “Il Mattino”  contenente uno stralcio della lettera inviata e pubblicata dal quotidiano on line “L’ora Vesuviana” del consigliere Raffaele Savarese che muove alcuni dubbi sull’operato del sottoscritto e della giunta comunale di Massa di Somma.

Tutto ciò che dice il consigliere Savarese, e sottolineo tutto ciò, non risponde affatto al vero. Vero è però che se il consigliere Savarese partecipasse fattivamente alla vita amministrativa del comune di Massa di Somma, avrebbe constatato e saputo che:

1 – con delibera di giunta n° 46 del 27/5/2009 è stato conferito il mandato all’ufficio tecnico comunale per procedere alla redazione di una proposta di P.U.C. (Piano Urbanistico Comunale) ed il Savarese come consigliere comunale è tenuto per le funzioni proprie del consigliere comunale all’accesso agli atti;

2 – già dall’anno scorso e precisamente il 13 luglio 2009 – in tutta segretezza -(vedi BURC n° 43/2009, Albo Pretorio, L’ora Vesuviana ed Aste e Appalti) è stata effettuata la fase di scoping al fine della valutazione ambientale della proposta di piano (per i non addetti ai lavori le consultazioni con le associazioni ecc.).

E’ opportuno altresì rimarcare che quanto affermato dal Savarese nella lettera manifesta chiaramente oltre alla disinformazione sull’attività comunale anche la documentata scarsa partecipazione dello stesso all’attività di consigliere. Infatti:

–    nelle ultime 4 o 5 sedute di preconsiglio (sempre assente il consigliere Savarese), siamo stati messi al corrente, in qualità di componenti della maggioranza, delle difficoltà dell’Amministrazione comunale di non essere dotata del P.U.C., per cui non si è potuto procedere ad una più corretta programmazione e, nel contempo siamo stati informati che l’U.T.C. stava predisponendo la proposta del P.U.C.  sulla base del vecchio P.R.G. mai approvato dagli organi superiori e restituitoci dall’Amministrazione Provinciale con delibera di C.P. n° 51 del 25/6/2007. Quindi l’U.T.C. aveva intrapreso l’elaborazione dello strumento di pianificazione territoriale da proporre alla giunta comunale per l’adozione;

–    la procedura di redazione, formazione ed approvazione del PUC è dettata dalla legge regionale n° 16/2004 e non da 4 o 5 persone;

–    per le leggi vigenti, il momento pubblicistico, determinante la formazione definitiva del piano che dovrà essere approvato dal Consiglio Comunale – organo sovrano nella politica di programmazione del territorio, è successivo alla fase di adozione della proposta.

Ora si cerca di strumentalizzare ed infangare il giusto e corretto operato di questa amministrazione della quale mi onoro di farne parte. La notorietà è palese, nascondere o mascherare i veri interessi o aspettative personali che debbo desumere,  a questo punto non pienamente soddisfatti.

Soltanto ora riesco a capire come mai in passato tante cose non sono state realizzate a Massa di Somma. Cari concittadini Vi confermo che tutto ciò è stato possibile solo grazie all’incompetenza ed all’incapacità del mio predecessore che, è bene ricordarlo, ha assunto e svolto l’incarico di assessore ai lavori pubblici per ben due (2) legislature. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Lo dico con umiltà ed orgoglio da cittadino massese, “da assessore ultimo arrivato ed ultimo anche in termini di voti”.

Ho ritenuto doveroso precisare e mettere a conoscenza dei miei concittadini la verità dei fatti così come sono realmente accaduti in merito all’adozione dell’atto deliberativo di proposta del P.U.C. approvato in giunta comunale. Colgo l’occasione, per informare la cittadinanza, che il giorno 29 ottobre u.s. alle ore 18,30 c/o la sala Consiliare si è tenuta la 1° riunione con la maggioranza che sostiene questa amministrazione. In questa prima seduta i redattori del P.U.C. hanno illustrato e presentato ai presenti il piano proposto.

Gli invitati erano tutti gli appartenenti alla maggioranza ivi compreso le forze politiche che la sostengono. A parte il Sindaco impegnato in Prefettura per l’emergenza rifiuti, gli assenti erano il consigliere Savarese ed il consigliere Mollo. A voi le deduzioni.

Agostino Nocerino