IL BLITZ DELL’ARMA – Sotto scacco le auto blindate in disposizione delle cosche rivali. Gli uomini e le donne degli Ascione-Papale e dei Birra-Iacomino giravano in corazzate blindate per paura di agguati

ERCOLANO – Un blitz dei carabinieri nella città degli Scavi e della guerra tra gli Ascione-Papale e i Birra-Iacomino, per la droga e per il racket delle estorsioni. Due sequestri del “materiale” in dotazione ai clan.

Gli uomini dell’Arma hanno sequestrato due vetture blindate riconducibili al ras Stefano Zeno, esponente dei Birra recluso dal 2007, e ad Antonio Sannino, considerato gregario del clan Papale e finito in manette nell’ambito dell’operazione denominata “Centovetrine”. Le due vetture blindate giravano per Ercolano anche dopo l’arresto dei proprietari in quanto in uso ai loro familiari. Si tratta di una Lancia K. di proprietà di Zeno, ritrovata in un garage pubblico e di una Lancia Thema, finita sotto chiave a vico Moscardino, spartiacque tra i territori delle cosche rivali. In tre anni i carabinieri hanno sequestrato ben 15 macchine blindare proprietà di entrambe le cosche. Il valore complessivo supera i 300mila euro.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it