SCACCO ALLA DROGA – Gli stupefacenti nascosti nella bombola del gas. Preso la “primula rossa” dei corrieri di Scampia

Nascondeva la droga per trasportarla velocemente ai «clienti» nel marsupio. Ma a casa aveva un ingente rifornimento di cocaina e crack, circa nove chili, nascosto in una finta bombola del gas.

Gli agenti del commissariato di polizia Scampia, coordinati dal primo dirigente Michele Spina, lo seguivano da tempo, convinti che fosse lui uno dei più «forniti» corriere della droga nel lotto «TA» a Scampia. E ieri ne hanno avuto la certezza. È finito così in manette Franco Vindice, 41enne napoletano, con predenti di polizia per detenzione di sostanza stupefacente. Oltre alla droga che nascondeva nel marsupio gli agenti hanno recuperato nella sua abitazione circa 9 kg di droga, tra cocaina e crack. Vindice ieri mattina stava percorrendo, a bordo della sua auto una Fiat 600, la circumvallazione esterna tra Melito e Scampia quando i poliziotti lo hanno bloccato e controllato. Nel marsupio che portava a tracolla hanno rinvenuto e sequestrato un plico con all’interno 9 involucri, composti ciascuno di 50 dosi di sostanze stupefacenti per un totale di 450dosi. Poi gli agenti hanno effettuato un controllo anche nella sua abitazione in via della Madonella a Giugliano. Perquisito anche al garage attiguo alla casa e in un angolo i poliziotti hanno notato una bombola di gas. Insospettiti hanno svitato la base di appoggio della bombola di gas rinvenendo e sequestrando ben 7mila dosi di cocaina e crack. La droga era suddivisa in 14 confezioni da 10 pacchetti contenenti ogni pacchetto 50 dosi. Vindice è stato arrestato e condotto nel carcere di Poggioreale. La droga e la bombola «truccata» sono stati sottoposti a sequestro.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it