I MOVIMENTI E LE CITTA’ – A Cercola, sbarcano i “grillini” e inondano la rete di video e foto denuncia.

CERCOLA – Sono arrivati i grillini. Prende forma in paese il Movimento a Cinque Stelle ideato da Beppe Grillo tramite il suo blog. Domenico Ascione ed Angelo Visone, il primo studente, l’altro impiegato, ne sono il volto cercolese. In due hanno sessantrè anni, l’età media circa dei parlamentari italiani e di alcuni sindaci vesuviani.

“L’intento del Movimento è di riappropriarci delle cose che ci riguardano da vicino” esordisce Domenico “vorremo cambiare certe logiche che attanagliano l’Italia, ma con fare propositivo. Del tipo: segnalo l’inefficienza e provo a risolverla da solo”. Mediante il blog (www.movimentocercola.tk) e l’account Facebook, Domenico ed Angelo hanno già postato fotografie di buche del manto stradale e di giostrine pericolose nella zona di Carafa. Lo scorso 5 settembre, assieme ai cugini sangiorgiesi del Movimento a Cinque Stelle, si sono rimboccati le maniche per ripulire la città di Troisi dai manifesti abusivi. “Il dna del Movimento è nel partire dal basso, con piccole battaglie alla portata delle nostre risorse” conferma Domenico “se il Movimento diventerà un partito, sarà comunque un partito non convenzionale”. “Lo prova il fatto che i nostri eletti alle elezioni di Marzo siano stati gli unici a rinunciare ai rimborsi elettorali” prosegue Angelo “per quanto ci riguarda stiamo iniziando a seguire la politica locale. Non escludiamo che il Movimento si candidi alle prossime elezioni, ma non è il potere dei palazzi ad interessarci. Non ci sentiamo di dire che l’amministrazione Tammaro non abbia fatto nulla di buono, anche perché rifiutiamo l’atteggiamento dell’opposizione parlamentare del dire che tutto è marcio. Tuttavia i nostri politici parlano in modo astratto senza farsi capire”.  I due ragazzi hanno presenziato agli ultimi consigli comunali e dal prossimo inaugureranno l’operazione denominata da Grillo “Fiato sul collo”: la ripresa e lo streaming in rete della seduta, per permettere di seguirla a chi è a casa. Staranno più attenti i membri del consiglio comunale cercolese, ultimamente inclini a violenti diverbi verbali.

Ilaria Campanile

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it