TRA ACCORDI E DISACCORDI – A Pollena Trocchia il sindaco Pinto cambia la Giunta: fuori Giovanni Onore, dentro Giuseppe De Siena e Luigi Esposito. La fascia di vice sindaco a Giacomo Scognamiglio

POLLENA TROCCHIA – La telenovelas nella giunta e nella maggioranza di centro destra retta da Francesco Pinto, si è conclusa come avevamo annunciato. Fuori l’ormai ex vice sindaco (il suo posto è ricoperto dall’assessore al bilancio ed ex sindaco Giacomo Scognamiglio) Giovanni Onore, al suo posto due new entry: Giuseppe De Siena e Luigi Esposito.  

In riferimento alle deleghe da assegnare agli assessori, a giorni vi sarà una riorganizzazione complessiva, nell’ambito di un disegno che coinvolgerà anche i consiglieri comunali ai quali verranno attribuiti incarichi specifici. “L’obiettivo è quello di rendere quanto più efficace possibile il lavoro della maggioranza per attuare il programma elettorale con il quale ci siamo sottoposti al giudizio dei cittadini e per il quale abbiamo ricevuto fiducia”, ha dichiarato il sindaco Pinto.

“Il 30 luglio scorso – ha spiegato il primo cittadino – abbiamo reso pubblico in consiglio comunale un documento politico-programmatico sottoscritto da 14 consiglieri nel quale, tra le altre cose, gli stessi hanno voluto ribadire la loro fiducia incondizionata nei miei confronti e preventivamente si sono rimessi alle mie decisioni nel caso fosse stato necessario riorganizzare la giunta”. “La scelta sancita nel documento di anteporre sempre gli interessi generali del paese alle singole aspirazioni, seppur legittime, mi ha consentito di affrontare con grande serenità la riflessione che ha anticipato le nomine, nonostante l’imbarazzo nel dover assumere una decisione tra consiglieri comunali che hanno ottime competenze e con i quali ci sono rapporti personali prima ancora che politici. Questo comportamento di alto profilo denota grande maturità e mi fa ben sperare per il futuro.” ha aggiunto Pinto.  “Giorno dopo giorno, il gruppo di maggioranza sta lavorando assieme con passione e determinazione – ha detto ancora – Con questo atteggiamento abbiamo già conseguito obiettivi importanti: con lo stesso spirito dobbiamo affrontare tutte le sfide che ci attendono e che sono cruciali per lo sviluppo del paese”.  La nuova giunta, come primo atto politico, ha deciso di ridursi le indennità in modo da consentire che la spesa già prevista per  i sei assessori possa coprire dal punto di vista finanziario l’introduzione del settimo componente. “Ringrazio gli assessori per la sensibilità ed il senso di responsabilità che hanno dimostrato – ha concluso il sindaco – questo mi ha consentito di arricchire la squadra di governo senza alcun costo per il bilancio dell’Ente ed è la dimostrazione palese che siamo un gruppo coeso che ha a cuore solo gli interessi della nostra comunità”. “Nell’augurare buon lavoro ai neoassessori – ha commentato il capogruppo Pasquale Fiorillo – giudico la decisione del sindaco saggia ed equilibrata, e in qualità di cittadino  ringrazio la giunta per aver scelto di ridursi le indennità facendo in modo che l’ampliamento della squadra di governo non gravi sulla spesa pubblica”.

“Usciamo da un periodo particolare e questa giunta nasce in seguito ad un chiarimento effettuato in seno alla maggioranza, – ha detto il presidente del Consiglio, Pasquale Montella – Si riparte con uno spirito diverso, sono state scaricate le tensioni accumulate nei mesi scorsi. Ritengo che il lavoro svolto dal sindaco nel mettere su questo esecutivo darà ottimi frutti. Auguro buon lavoro a tutti”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it