RIVOLUZIONE AL COMUNE – Alla consigliera Annarita De Simone l’incarico di monitorare (con criticià) l’operato di sindaco e Giunta

SANT’ANASTASIA – Che il Sindaco, Carmine Esposito, avesse intenzione di avvalersi della collaborazione fattiva dei consiglieri comunali, era noto a tutti e molti cittadini hanno avuto modo di vedere assiduamente presenti i consiglieri di maggioranza sia al Municipio che alle manifestazioni pubbliche. Dando concretezza al suo convincimento sul modo di amministrare, come annunciato ripetutamente in campagna elettorale, il Sindaco ha nominato la consigliera Annarita De Simone responsabile del “monitoraggio dell’attuazione  del programma politico”.

Una delega tesa a rendere partecipato il Governo del paese, scaturita da una riunione tra il Sindaco e i consiglieri comunali di maggioranza.  E’ così che per il capogruppo della PDL De Simone è arrivata una nomina di cui si sente “onorata”. Il Sindaco fin dai primi mesi del mandato ha coinvolto i consiglieri comunali nelle scelte politiche governative, raccomandando sempre a ciascuno l’attenzione sul paese e sulle esigenze della cittadinanza. “L’attuazione del programma coincide con gli intenti del Sindaco e del Consiglio Comunale eletto recentemente ed è ovvio che l’incarico ha una valenza e uno spessore politico di rilievo, oltre ad essere un incarico di ruolo amministrativo che potrà avere il suo peso nei confronti della cittadinanza e della coalizione. Per intenderci – afferma la consigliera Annarita De Simone – l’incarico potrà essere un anello di congiunzione tra la politica e l’esecutivo. La mie intenzione è quella di sviscerare i punti del programma e problemi come l’Amav, il cimitero, la sicurezza, lo sviluppo del polo turistico-religioso, lo sviluppo economico e commerciale; cercare soluzioni e concordare con la maggioranza e, laddove possibile, anche con l’opposizione, i percorsi attuativi più incisivi e rispondenti ai risultati attesi. Devo dire che la Giunta finora ha lavorato bene, gli assessori sono attivi e presenti sul territorio. Un maggiore aggancio, attraverso il mio incarico, tra la politica e le scelte operative della Giunta non può che garantire la maggioranza e gli elettori sul fatto che il programma è il punto centrale intorno al quale si muove tutta l’amministrazione”. Cosa ha intenzione di fare a breve termine? “Aspettiamo che si celebri il prossimo Consiglio Comunale. Subito dopo mi occuperò dello sviluppo economico e commerciale del paese, con particolare riguardo all’imprenditoria. Lo sviluppo, in base allo studio fatto durante la stesura del programma elettorale, passa attraverso l’analisi storica delle negatività e delle positività degli ultimi decenni, perché abbiamo cercato di capire perché non si è adeguato ai tempi moderni – chiarisce la consigliera De Simone – lo spirito imprenditoriale di molti anastasiani, tra cui i giovani. A loro dobbiamo restituire il modello imprenditoriale anastasiano, che in passato ha prodotto ricchezza, adeguandolo ai nostri tempi. Credo che anche tenere convegni e incontri finalizzati può essere un modo per iniziare a dare un segnale di cambiamento, specialmente se i giovani trarranno stimoli per scendere in campo e dare sviluppo all’imprenditoria. E su questo c’è il nostro impegno a seguirli e sostenerli nel miglior modo possibile”. 

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it