IL PALIO DI SOMMA VESUVIANA – La festa della cultura e delle tradizione compie venti anni con un programma di tutto rispetto

Festa popolare semplice e naturale, il Palio  trascende e si accende ogni anno a settembre nella piazza principale di Somma, percorso di una trama che è ringraziamento e memoria, partecipazione e liberazione, uno dei luoghi dove lo “spirito” della nostra gente esprime  la propria  attitudine al rito e alla festa. n 20.

questi 20 anni il Palio si è proposto come un grande evento collettivo per il gioioso coinvolgimento di un popolo che ritrova il  un luogo per comunicare e raccontare le idee e i sentimenti che coltiva e conserva in sé. Oltre l’immediato della festa popolare, dei giochi tra i rioni storici, dei molteplici linguaggi e degli elementi simbolici, Il Palio è anche un terreno di ricerca collettiva e l’aspirazione a rendere  partecipe la nostra gente di un modello sociale diverso, che allarghi gli orizzonti verso la universalità delle verità e bellezze di ogni popolo; l’anelito di elevazione culturale e morale di una Città desiderosa di riconquistare se stessa, per recuperare la sua dignità  e  i valori sociali.  Il Palio in questi anni è cresciuto in profondità di ricerca e di coinvolgimento e  si è confermato come momento di consapevolezza e meraviglia, di scoperta e acquisizione, di aggregazione e sviluppo sociale.   “…una continua Meraviglia” è il tema scelto per la XX edizione della manifestazione.  La Meraviglia tra passato e presente, tra desiderio e memoria, ritrovamento e futuro; la Meraviglia della nostra terra , i suoi paesaggi e le sue ferite. La Festa popolare, il Rito, possiedono elementi  comuni : creare significati inediti, nuove emozioni e percezioni della realtà che nell’effervescenza collettiva, coinvolgono le persone nella dimensione della communitas, il sentirsi tutt’uno. E’ questo il continuo accadimento che viviamo ogni anno, insieme allo scambio tra le generazioni, tra l’antico e il nuovo, il perenne movimento del trascendersi della storia     I giochi della tradizione popolare, il chirchio, la corsa con il sacco, il tiro alla fune, la pignatta, il palo di sapone, attingono alle  stesse radici storiche. Il giochi del Palio vengono vissuti come relazione e vita, essi contribuiscono ad arricchire il patrimonio culturale sia nella dimensione locale che ci identifica come popolo, sia in quella globale, che ci caratterizza come esseri umani. Le squadre dei rioni storici e delle contrade, ragazzi e giovani che nelle movenze dei giochi ripetono antichi gesti, scoprono l’appartenenza ad un luogo che diventa significativamente ricco di contenuti e più familiare. Luoghi di memoria comune. La riedizione storica  dell’antica concessione di Carlo II d’Angiò del 1294 del Magister Nundinarum legata alla storia della fiera medioevale di Somma, con il corteo del Magister e la sua Corte, La piazza tutta, impavesata rivive e le luci si accendono, le distanze si annullano, tutto diventa grande come il mondo. Il clima unico e inconfondibile di festa, di pace e armonia sono protagoniste di queste due feste ormai “sorelle”. La città in dialogo, con la sua storia e  il suo presente, per sviluppare reti di solidarietà e fraternità.  I giovani per un Mondo Unito ( mov. Dei focolari) di Somma, i loro amici e tanti cittadini, iniziatori e costruttori del Palio dal 1991 ogni anno  con il loro impegno rendono continuo questo “sogno della memoria”.

PROGRAMMA

Questi gli elementi costitutivi  del Palio di Somma che si articolerà nei tre giorni seguendo un preciso percorso storico-popolare

Venerdì 10 settembre dalle ore 19.30 si attivano per tre sere gli spazi diffusi nella piazza principale : il “ritrovo del magister”, spazio aperto nei giardni della< piazza, lugo di scambi e interscambi di arte, cultura, danza, musica, recitazione e narrazione..degustazioni di buon vino locale.La taverna del palio, radici e sapori, viaggio a ritroso alla riscoperta delle ricette del nostro passato basato su sapori semplici e sani. la piazza dei ludi,  partecipazione libera ai giochi popolari proposti a grandi e piccini. Esposizione di prodotti artigianali locali e di prodotti tipici. Sabato 11 settembre dalle Ore 19.00 : La Somma Angioina Corteo Storico : dal palazzo del principe in piazza vitt. emanuele iii, il magister nundinarum e la sua corte attraversa le vie principali di somma dalle ore 19.30 circa il giorno 11 settembre 2010, corteo storico dell’investitura di investitura del magister. Parliamo di qualcosa che nasce nell’anno 1294 e vive circa 500 anni. La solenne fgura del “Magister Nundinarum” di reagale memoria, legato alla storia quasi millenaria della Fiera di Somma. Era il Giudice durante gli otto giorni di Fiera. Rappresentazione di una Cena Medioevale La rievocazione della antica fiera medioevale a Somma presso largo san Giorgio. il giorno 11 settembre dalle ore 19.00 in piazza vitt. III (p .zza Trivio). Domenica 12 settembre dalle ore 18.00: inizio dei giochi popolari del Palio tra le squadre dei rioni e contrade storiche di Somma.- I sei giochi proseguono fino all’ultima delle sei prove ( il palo di sapone ). In tutte  le serate ci saranno concerti di musica popolare, danze tipiche e recitazione.

Dott. Giuseppe Auriemma

Presidente Comitato Palio di Somma Vesuviana