LA TRAGEDIA DI AFRAGOLA – Un applauso per non dimenticare le vittime: la città si stringe intorno ai familiari

AFRAGOLA – La rabbia, il ricordo, le lacrime. Un lungo applauso sottolinea l’uscita dei tre feretri dalla chiesa di San Giorgio ad Afragola dove sono  terminati i funerali di Anna Cuccurullo, 75 anni (la nonna di Imma la ragazzina di 10 anni estratta illesa dopo essere rimasta prigioniera della macerie per nove ore), Pasquale Zanfardino ed Enrica Tromba, la coppia di giovani sposi in attesa del loro primo figlio, morti nel crollo della palazzina di via Calvanese, nella notte del 31 luglio.

Era stracolma di buon mattino la chiesa di San Giorgio ad Afragola (Napoli) dove si sono svolgeranno stamattina i funerali delle tre vittime del crollo della notte del 31 luglio. Circa trecento le persone assiepate nella chiesa e un altro centinaio si è raccolto all’esterno. Decine di corone di fiori sono state collocate all’esterno della chiesa. All’interno, i primi ad arrivare sono stati i genitori della coppia di sposi, Pasquale Zanfardino ed Enrica Tromba. Forte il clima di commozione che ha caratterizzato la celebrazione religiosa. In città, dove è stato indetto il lutto cittadino, tutti i negozi sono rimasti chiusi.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it