TRA CLASSICA E MARE – Parte Ventoclassic, il festival della musica classica organizzato da Accademia Mediterraneo Arte & Musica

VENTOTENE – Il 2 Agosto prende il via nell’Isola di Ventotene la 6ª edizione del Festival di Musica Classica “Ventoclassic”. La manifestazione, promossa e organizzata dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Ventotene e dall’Associazione “Accademia Mediterraneo Arte & Musica”.

Sotto la direzione artistica del M° Piero Viti, noto concertista napoletano, con il contributo del Ministero dell’Ambiente e dall’Area Marina Protetta Riserva Naturale Statale Isole di Ventotene e S. Stefano, sin dai suoi esordi si è distinta per aver saputo felicemente coniugare le bellezze paesaggistiche ed ambientali dell’Isola di Ventotene e della sua splendida Area Marina protetta, con il fascino della  grande Musica, in un connubio culturale denso di suggestioni e di richiami. Ad aprire l’edizione di quest’anno, sarà un evento d’eccezione, l’esecuzione di un inedito Concerto attribuito a Mozart, scritto in onore del Re Ferdinando IV di Borbone dal giovane musicista all’epoca della sua visita a Napoli. Si tratta della “prima esecuzione” assoluta nella versione per due chitarre dell’opera, in origine concepita da Mozart per due Lire e orchestra. Ferdinando IV, infatti, era un cultore della “Lira ” – grosso  strumento molto simile ad una ghironda di cui ci restano due esemplari nel Museo di Capodimonte – ed è noto che invogliasse i compositori invitati a corte a scrivere brani per due “Lire organizzate” che poi eseguiva con il suo Maestro. Celebri i “Notturni” di Haydn scritti per Ferdinando proprio per due “Lire” e così dovette essere pure per il Concerto di Mozart, anche se l’opera finì per non godere della medesima “fortuna”, in quanto il giovane musicista non fu mai invitato a corte durante il suo soggiorno in città e la pagina cadde praticamente nell’oblio. Il Concerto, in precedenza solo segnalato da alcuni studiosi, è stato riportato alla luce recentemente dal musicologo e direttore d’orchestra napoletano Enzo Amato che ne ha anche curato l’odierna trascrizione delle parti solistiche per due chitarre. Le parti scritte per le “Lire” – strumenti oggi andati praticamente in disuso – si prestano agevolmente, infatti, per estensione ed affinità strumentale, ad una trascrizione chitarristica, conservando pienamente nella nuova veste il carattere e la brillantezza originaria. Interpreti del concerto saranno i chitarristi, Nello Alessi, apprezzato interprete siracusano, e Piero Viti, direttore artistico del Festival, coadiuvati dall’Orchestra “G. Tartini” della Provincia di Latina, diretta dallo stesso Enzo Amato. La serata vedrà protagonista anche il violinista Carlo Dumont, impegnato nel Concerto in Si b maggiore  di Pergolesi per violino e archi, in un programma interamente incentrato su pagine dal repertorio della Scuola Musicale Napoletana Sette-ottocentesca, in omaggio alla storia borbonica del Borgo dell’Isola di Ventotene, fondato dai regnanti napoletani negli ultimi decenni del ‘700, nell’ambito di un progetto di colonizzazione e ripopolamento delle isole minori del regno. Il cartellone del Festival proseguirà, poi, tra Agosto e Settembre con altri appuntamenti d’eccezione che vedranno sulle scene, il 7 Agosto, il soprano Maria Dragoni, già vincitrice del Premio Callas, in un recital con il pianista Leonardo Quadrini, il 10 Agosto, il violoncellista Luca Pincini, artista particolarmente noto per le sue collaborazioni con Ennio Morricone, il 18 Agosto, l’arpista cagliaritana Paloma Tironi, apprezzata esecutrice e didatta dello strumento di scena in duo con Piero Viti, e il noto chitarrista Roberto Fabbri, che presenterà il 2 settembre, in chiusura del Festival, il suo ultimo fortunato CD “Beyond”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it