PER IL DOPO ROSETTA – Nel Pd correranno con le primariae Nicola Oddati e Umberto Ranieri

«Ranieri e Oddati rappresentano due candidature autorevoli e altre potranno scendere in campo nelle prossime settimane. Il PD si fonda sullo strumento delle primarie che rappresentano l’unico vero modo di rendere partecipata la scelta del candidato a sindaco». È quanto afferma, in una nota, Antonio Marciano coordinatore della segreteria del PD Campania e consigliere regionale del partito, il quale invita «a organizzarle per tempo e nella maniera più rigorosa è possibile».

«Non possiamo ridurci a poche settimane prima del voto altrimenti rischieremmo di svilire questo prezioso appuntamento. Chiunque ha diritto a candidarsi alle primarie, che dovranno essere di coalizione, ma è anche evidente che non possiamo alimentare inutili divisioni al grido di tutti in campo», prossgue Marciano. «Per vincere la decisiva sfida del Comune di Napoli occorre individuare personalità forti, autorevoli e riconoscibili dalla città – sostiene il coordinatore campano della segreteria PD – figure in grado di allargare la coalizione e dare al centrosinistra ritrovato smalto e mobilitare una nuova passione civile». Pdl in campo. Il Pdl trovi due candidati che siano contrapponibili alle proposte di Oddati e di Ranieri». È quanto chiede, Fulvio Martusciello, capogruppo del PdL secondo il quale i due candidati a sindaco per il centrosinistra «sono entrambi autorevoli e certamente diversi tra loro». «Ora tocca al Pdl restringere la rosa a due candidati – aggiunge – che siano contrapponibili ai due indicati dal centrosinistra. E questo sarà il lavoro che dovrà impegnare da settembre il gruppo dirigente».

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci