LE NOMINE – Ai vertici dell’AgCom, Antonio Martusciello, fratello di Fulvio e tra i fondatori di Forza Italia

È Antonio Martusciello, già deputato di Forza Italia (Nato a Napoli nel 1962, laureato in scienze delle pubbliche amministrazioni, Martusciello ha lavorato in Sipra, concessionaria pubblicitaria della Rai, e poi in Publitalia. E’ stato tra i fondatori di Forza Italia in Campania, diventandone per la prima volta deputato nel 1994. Con Berlusconi al governo è stato nominato nel 2001 sottosegretario all’Ambiente e poi, nel 2004, viceministro ai Beni culturali (con Giuliano Urbani al dicastero), incarico confermato anche nel successivo esecutivo Berlusconi (con Rocco Buttiglione ministro). Ha fatto parte tra l’altro della Consulta del presidente di Forza Italia).  il nuovo componente dell’Autorità Garante per le Comunicazioni eletto dall’assemblea del Senato.

 Martusciello prende il posto di Giancarlo Innocenzi, che si era dimesso dopo le intercettazioni predisposte dalla Procura di Trani. Martusciello, già viceministro ai Beni Culturali e sottosegretario all’Ambiente, è considerato un fedelissimo del premier Silvio Berlusconi. Al Senato ha ottenuto 132 voti, 7 sono andati a Giacomo Caliendo, 5 a Piersilvio Berlusconi, 4 a Silvio Berlusconi, 3 a Vincenzo Vita e 2 a Marcello Dell’Utri. L’elezione è stata condita da un piccolo giallo inscenato dai senatori radicali Donatella Poretti e Marco Perduca. Sono stati loro a mettere in dubbio la coincidenza fra il già sottosegretario Antonio Martusciello e l’Antonio Martusciello eletto dal Senato. «Abbiamo trovato decine di Antonio Martusciello», diceva la Poretti. Tutto è stato chiarito dal presidente di turno dell’Assemblea Vannino Chiti il quale ha fatto notare che non possono esistere dubbi sull’identità di Antonio Martusciello dal momento che i candidati vengono designati dai gruppi parlamentari.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Advertisements