VILLE APERTE – Da lunedì prossimo il parco urbano di Villa Vannucchi aperto alla città tutti i giorni. Mimmo Giorgiano: “Ridiamo un pezzo di città ai cittadini”

SAN GIORGIO A CREMANO – Da lunedì prossimo il parco di villa Vannucchi aprirà al pubblico tutti i giorni. Ecco gli orari: da lunedì al sabato dalle 17 alle 21, la domenica dalle 7 alle 13 e dalle 17 alle 21.

 “La città ci chiedeva con forza di poter fruire quotidianamente, e non solo nei giorni festivi, dello splendido parco recentemente restaurato. – spiega il sindaco Mimmo Giorgiano – Abbiamo raggiunto, così, un altro obiettivo: restituire completamente alla città uno spazio  di 40mila metri quadri prospiciente alla dimora settecentesca.  Il parco sarà aperto grazie all’impegno degli uomini della polizia municipale e della protezione civile cittadina. Anziani, bambini, famiglie potranno finalmente studiare, passeggiare, correre nei vialetti del parco, godendo delle meraviglie delle essenze mediterranee e della visuale della facciata della villa da una prospettiva del tutto nuova”. Il via libera all’apertura quotidiana del parco è stato possibile grazie alla sinergia tra diversi assessorati: urbanistica (Giorgio Zinno), ambiente e verde pubblico (Giuseppe Esposito), personale e polizia municipale (Ciro Russo). Acquisita al patrimonio comunale alla fine degli anni Novanta dopo decenni d’incuria, il parco della villa era rimasto praticamente abbandonata dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando gli alleati anglo-americani l’avevano utilizzata come campo base per i carri armati, danneggiando definitivamente gli splendidi giardini, che, secondo molti studiosi, rendevano villa Vannucchi “la più bella delle ville del Miglio d’Oro”. Il parco, inaugurato nel luglio del 2009 dal sindaco Giorgiano, è stato ricostruito secondo la celebre mappa del duca di Noja (di cui una copia è conservata nella biblioteca comunale di villa Bruno) grazie ad un finanziamento della Regione Campania, attraverso fondi europei, di circa cinque milioni di euro, che ha riportato alla luce anche una splendida fontana ad esedra, rimasta sepolta dal tempo. I lavori nel parco fanno il paio con quelli per la ristrutturazione della villa, completati già alcuni anni fa (per i quali furono spesi cinque milioni di euro di fondi comunali): l’edificio presto diventerà una importante sede universitaria mentre il parco resterà a disposizione dell’intera Città. E’ stato stimato che il valore complessivo della villa e del parco, in seguito ai lavori di riqualificazione, superi di gran lunga i trenta milioni di euro.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci