UN CALCIO ALLE DIFFERENZE – A Somma Vesuviana parte il Mundialito, la finalissima il 4 luglio

SOMMA VESUVIANA – L’Arci, lo Sportello immigrati e l’associazione “Viviamo il borgo”, con il patrocinio della Giunta retta da Ferdinando Allocca hanno organizzato il “Mundialito”: un torneo di calcio che a mo’ di mondiale (come quello in Sud Africa) .

Il torneo, partito il 29 maggio, prosegue in concomitanza con i Mondiali del Sudafrica. I migranti si affronteranno “in nome della fratellanza tra i popoli”. Cinque le squadre in campo: Ucraina, Russia, Marocco, Italia e Repubblica Casamale, dal nome del borgo antico che ospita la competizione. Prossima sfida tra Romania e Ucraina sabato alle 16 sul campo dei Padri Trinatari. Seguono altre sei partite. La finalissima il 4 luglio. Nella squadra del Marocco c’è Mohamed, 23 anni, nato in un paesino a pochi chilometri da Casablanca. Vive a Somma Vesuviana e fa il pescivendolo. Stefano invece è rumeno, 28 anni fa il muratore e  vuole portare la Romania a vincere la Lucerna, simbolo del borgo del  Casamale.

l’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Advertisements