SCACCO AL CLAN – Nel mirino della Polizia il clan di Pasqualino Puca, ‘o minorenne: sequestrati 65 appartamenti, 7 società immobiliari, un centro scommesse e un centro benessere di lusso

Maxi sequestro di beni mobili e immobili per un valore di 150 milioni di euro a carico di Pasquale Puca capo dell’omonimo clan operante nel comune a Nord di Napoli. Sono stati gli agenti della sezione misure di prevenzione patrimoniale, della divisione anticrimine della questura, in collaborazione con il Commissariato di Polizia Frattamaggiore, a ad aver eseguito a carico di Puca, 43 anni, meglio conosciuto come ‘o minorenne’.  Le indagini della polizia, coordinate dalla Procura, hanno consentito di svelare un patrimonio ingente intestato a Puca ed ai suoi familiari. Rientrano tra i beni sequestrati, 65 appartamenti, 7 società specializzate nella costruzione e vendita immobiliare, un grosso punto Snai ed un centro benessere di 3 piani, ubicato a Cesa (Caserta), terreni ed altro.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci