LA SFIDA – Il Giorgiano bis, le accuse a mezzo manifesto e le citazioni cinematografiche: il botta e risposta tra il sindaco e l’ex assessore Carcatella

SAN GIORGIO A CREMANO – Il Giorgiano bis, si gioca tutto su citazioni cinematografiche e la rabbia degli esclusi ha tappezzato la città. “Ad Hollywood hanno girato il film per un pugno di dollari, la storia di uomini che mettono in gioco il loro onore e la loro dignità per la supremazia nel Far West. A San Giorgio, invece, potrebbero girare per un pugno di poltrone, storia di uomini che mettono in gioco il loro onore e la loro dignità per un “posto” di assessore”.

Il sindaco Mimmo Giorgiano la butta sull’ironia dopo aver letto i manifesti di due ex esponenti della giunta che attaccano la sua scelta di estrometterli dall’esecutivo. “Al di là degli scherzi, quando ho nominato la nuova giunta ho subito detto di aver compiuto scelte dolorose e di aver dovuto sacrificare gli interessi dei singoli a favore di quelli della città, lasciando, comunque due posti liberi nell’esecutivo per favorire un riassetto più stabile della coalizione. Comprendo la delusione dell’assessore Renato Carcatella: è giovane ed impulsivo ma ha davanti a sé una carriera promettente. Preferisco, invece, non commentare le frasi dell’assessore Ulisse Botti”. “Comprendo l’impulsività del sindaco, in queste ore impegnato a “sanare” contrasti tra partiti più che star attento alla correttezza delle sue citazioni. Se avesse infatti partecipato più spesso ai numerosi cineforum gratuiti organizzati dal “mio” assessorato, avrebbe evitato di confondere la location di uno dei più alti capolavori della cinematografia nazionale, girato tra Cinecittà e Madrid e non, come egli cita, ad Hollywood. Del resto — conclude – se qualche “giovane” ex assessore sta in queste ore muovendo critiche alle scelte dal sindaco operate è proprio perché questi ha dimostrato di non saper valorizzare i “buoni prodotti locali”, magari attribuendone i meriti ad altri. E’ così che accade che Cinecittà diventa uguale ad Hollywood”. L’ex assessore Carcatella, dimentica che proprio per una questione legata ad un festival cinematografico per giovani registi, il “suo” assessorato non ci fece proprio una gran bella figura, in quanto nonostante il festival in questione fosse stato annullato, l’ex assessore e un nutrito gruppo di giovani fecero lo stesso il viaggio a Berlino, a spesa dell’Ente e quindi dei cittadini.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci