I TAGLI DEL GOVERNO – La scure di Berlusconi e del ministro Tremonti si abbatte sulla Stazione zoologica Anton Dohrn e sull’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Gerardo Marotta

Il decreto anticrisi del ministro Tremonti non risparmia neanche l’Acquario: il piano di tagli agli enti prevede infatti la soppresssione della storica Stazione zoologica Anton Dohrn.

La chiusura sembra scongiurata perché la struttura dovrebbe passare al ministero dell’Università ma non si escludono ridimensionamenti. I sindacati sono preoccupati oprattutto per il fatto che numerose unità di personale non potranno essere assorbite da altri enti e ministeri in quanto precari. Ma non tutto, l’elenco dei tagli è lungo e colpisce sigle illustri: ecco due storiche fondazioni partenopee, la Biblioteca Benedetto Croce e Napolinovantanove. Ma a rischio è anche il Centro internazionale per lo studio dei papiri ercolanesi intitolato a Marcello Gigante e l’Istituto di studi storici.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci