IL DRAMMA – A Pollena Trocchia un sessantaduenne è stato fermato dai carabinieri perchè avrebbe costretto una sua nipote di 11 anni e sua figlia di 10 anni a subire atti sessuali

POLLENA TROCCHIA – Una accusa infamante, poi la galera. Un sessantadeunne di Pollena Trocchia , avrebbe costretto una sua nipote di 11 anni e sua figlia di 10 anni a subire atti sessuali.

Con questa accusa l’uomo  è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria dai carabinieri della tenenza di Cercola coordinati dal tenente Vito Ingrosso. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura della Repubblica di Nola. Le indagini sono scattate a seguito di una segnalazione dei servizi sociali. Quindi, i carabinieri hanno sentito le vittime. L’uomo, secondo la ricostruzione degli investigatori, palpeggiava le parti intime delle due bambine.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci