TRA STORIE E DELIZIE – Un viaggio a Ercolano, da Resina alle prelibatezze del mare, sotto il Vesuvio

ERCOLANO  – Un tuffo nella storia alla scoperta dei siti storici e naturalistici della costa vesuviana: prende il via il 1° maggio la manifestazione turistico-culturale ‘Storie e delizie Vesuviane, eventi, itinerari e sapori nella terra del vulcano’.

La manifestazione proporrà in tutti i fine settimana di maggio diverse iniziative, con caratteristiche ogni volta differenti,  nei siti borbonici, archeologici, religiosi, popolari e naturalistici, a cui faranno da scenografia performance teatrali e degustazioni. Si tratta di un progetto nato da una collaborazione tra l’associazione onlus ‘Siti Reali’ e l’agenzia ‘Idraincoming’, che propongono al pubblico campano e ai turisti italiani, una modalità nuova di visitare il territorio, lontana dai classici itinerari ‘mordi e fuggi’ e basata sulla suggestività delle storie e delle culture, che hanno contraddistinto la bellezza passata e attuale delle località della costa vesuviana. Nove itinerari mattutini (tutti alle ore 10.00) e quattro serali (alle ore 21.00) accompagneranno il visitatore in uno scenario suggestivo arricchito da performance teatrali e artistiche. Il 1° e 15 maggio appuntamento a Ercolano con ‘Racconti di religiosità popolare a Resina’ visita in forma di spettacolo al Santuario di Pugliano con Ipogeo Sotterraneo. Durante il racconto,  importanti opere del trecento come La Bruna Puglianella e il Cristo Nero,  introdurranno gli spettatori alle storie più affasciananti della religiosità popolare, come ad esempio la leggenda secondo la quale la Madonna nera era legata al ciclo invernale e alla morte, e che nelle chiese dove solitamente questa era ritratta o apposta come statua, vi fosse presente un ordine di templari. Un racconto ricco di aspetti misteriosi, proverbi e immaginifico popolare, che recupera la tradizione orale  dell’antica Resina e del Monte Vesuvio. Il 2 maggio a Ercolano ‘Resina Vintage’ passeggiata guidata con degustazione attraverso vicoli e cortili del suggestivo mercato popolare. Nato nel secondo dopoguerra, dagli anni Settanta diventa un grande punto di riferimento per costumisti, registi e stilisti. Dolce e Gabbana ne hanno preso spunto per le propie collezioni vintage style, i negozianti sono punti di riferimento per i principali teatri napoletani incluso il San Carlo, e molti abiti di scena sono comparsi in film come ‘La meglio gioventù’. L’8 maggio  alla scoperta dell’Herculanense Museum nel Palazzo Reale  a Portici con aperitivo e degustazione nell’esedra della Reggia. Il 9 maggio a Castellammare di Stabia ‘Lettera dal Vulcano’: visita guidata con archeologo  alla scoperta di Villa San Marco, con degustazione in casa rurale.  Il 16 maggio ‘Fasti e sapori dall’antica Roma’. Il 22 maggio  a Portici, Suggestioni al chiostro:  Itinerario guidato alla chiesa e al convento di S. Antonio con aperitivo.  Il 23 maggio a Ercolano ‘Miti vesuviani’: itinerario narrato al sentiero Fiume di Pietra  nel Parco Nazionale del Vesuvio, con spostamento in tram aperto e degustazione in area panoramica. Il 29 maggio a Portici visita guidata all’Orto Botanico, nei giardini storici del Sito Reale Borbonico, tra arte, natura e storia. Spazio anche agli eventi serali. Il 1° e 22 maggio a Portici nella ex Fagianeria borbonica di Villa San Gennariello, in via Madonnelle, cena spettacolo con ‘Riti in scena-voci e irriverenze popolari’.  Il 15 e 29 maggio a Ercolano ‘Carolinerie Ferdinandee’ spettacolo teatrale messo in scena sulla facciata  di Villa Maiuri, storica residenza Liberty. E’ l’evento clou della iniziativa, un’operetta (non buffa) scritta e diretta dal maestro Giovanni D’Angelo, interpretata dall’attore Salvatore Esposito e ideata dalla direttrice artistica Giovanna Oliviero. Il palcoscenico naturale dell’operetta sarà il patio dell’elegante Villa Maiuri, sulla strada del Miglio d’Oro. Attori e cantanti si muoveranno sulla facciata della dimora, dando vita a un’irriverente ricostruzione della vita familiare e sociale della coppia più chiacchierata del Regno delle Due Sicilie, Ferdinando e Carolina di Borbone. ‘’L’iniziativa – dice Alessandro Manna, presidente dell’Associazione onlus ‘Siti Reali’ – si propone come momento attrattivo, di conoscenza e di promozione dei territori dei comuni vesuviani costieri, valorizzandone il patrimonio culturale, ambientale e delle tipicità locali; di stimolare enti, istituzioni e operatori turistici verso una maggiore collaborazione nello sviluppo turistico e territoriale del comprensorio vesuviano, che va da Portici a Castellammare di Stabia, nell’ambito dell’area metropolitana di Napoli’’. Giovanna Oliviero, titolare dell’agenzia turistica ‘Idraincoming’ aggiunge: “Questa è un’iniziativa di grande importanza per il turismo nel territorio vesuviano; puntiamo con gli eventi culturali a  rappresentare e far conoscere la storia del territorio con una modalità interattiva ed emozionante, arricchendo l’offerta turistica già esistente e permettendo ai visitatori di conoscere più a fondo l’identità storico/culturale dei siti turistici, ma anche dei personaggi che li hanno contraddistinti. Una modalità già consolidata da tempo, che sta portando ottimi risultati di presenze turistiche’’. La manifestazione ha il patrocinio morale del Comune di Ercolano ed è quasi interamente finanziata dalle due realtà organizzatrici. Si avvale di partner qualificati come ‘Il centro per gli Studi di Herculaneum’ e degli sponsor dei ristoranti ‘La cucina di Eduardo’ e ‘Il Principe’ di Pompei. Tutte le visite e le cene sono a pagamento. Per informazioni www.storieedelizievesuviane.wordpress.com . Per le prenotazioni telefonare allo 081/ 6336763 oppure al 392 2863436.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci