TERRITORI PER LA LEGALITA’ – A Portici, la Giunta Cesaro affida un appartamento del clan Vollaro all’associazione italiana celiaci

PORTICI —Una delle case del boss,  nelle mani dell’Associazione italiana celiachia Campania (Aic). La consegna delle chiavi dell’appartamento, situato a Portici è avvenuta l’altro giorno, a Napoli, nella sede della Provincia.

«Con la consegna dell’immobile all’Aic — ha detto il presidente della Provincia, Luigi Cesaro — grazie all’attività del Consorzio Sole, mettiamo a segno un altro importante risultato, in piena sinergia con il Governo».  Cesaro si è detto soddisfatto della decisione, annunciata sempre l’altro giorno a Caserta, dai ministri dell’Interno Roberto Maroni e della Giustizia Angelino Alfano, di collocare anche a Napoli una sede dell’agenzia per i beni confiscati alle mafie. «È il segnale che l’attenzione del Governo su queste tematiche è molto forte— ha commentato Cesaro— Ed è in piena sintonia con le attività del Consorzio Sole». Per Lucia Rea, presidente del Consorzio, «il vero colpo ai clan è proprio la riassegnazione dei loro immobili alla società civile». «Ho accolto favorevolmente l’idea di dar vita a un’agenzia— ha affermato— perché non sempre il Demanio riesce a rispondere alle nostre richieste».  I punti più difficili da affrontare, ha spiegato Rea, sono quelli che riguardano le comproprietà e la presenza di ipoteche. «È difficile che, una volta riassegnato il bene ci siano delle ritorsioni — ha sottolineato Geppino Fiorenza di Libera Campania— I problemi maggiori si sono verificati per le terre coltivate perchè è accaduto che le coltivazioni venissero distrutte. Nessuno, però, si è arreso». «Il tempo di organizzarci e ci sistemeremo nell’appartamento— ha concluso Teresa D’Amato, presidente dell’Aic— Attiveremo uno sportello al quale potranno rivolgersi le persone che hanno questa intolleranza alimentare. Il problema della celiachia è che diventa un problema quando mancano le informazioni sui sintomi che servono per individuarla». Da qui anche la decisione di sensibilizzare i medici di base perchè sono i primi a cui le persone si rivolgono quando cominciano a stare male senza capire perchè.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci