TRA GIOCHI E CARTONI ANIMATI – Dieci mila bambini in strada per il giorno del gioco e con loro ci sarà anche Cristina D’Avena

SAN GIORGIO A CREMANO –  Il prossimo 12 maggio tutto il centro cittadino sarà chiuso al traffico veicolare e diecimila bambini delle scuole cittadine e delle città limitrofe scenderanno in strada per giocare: andrà in scena la quinta edizione del “Giorno del Gioco”.

 Ancora una volta San Giorgio a Cremano si conferma “città dei bambini e delle bambine”, restituendo vie e piazze ai più piccoli in un giorno feriale. L’iniziativa è stata presentata nelle scorse ore a villa Vannucchi, nel corso di una affollata conferenza stampa. Nel corso dell’evento è intervenuta telefonicamente anche Cristina D’Avena, che ha lodato la Città di San Giorgio a Cremano e per la gioia delle decine di bambini intervenuti ha cantato una strofa della sua celebre canzone “Kiss me Licia”. Il Giorno del Gioco sarà preceduto da un’ampia serie di eventi, che dureranno una settimana. E’ già aperta una mostra dedicata a Gianni Rodari, a trent’anni dalla sua scomparsa e a novanta dalla nascita, realizzata in collaborazione con la Fondazione Aida – Teatro Stabile di Verona e il Centro Studi Rodari di Orvieto. Il 5 maggio avverrà l’inaugurazione ufficiale degli eventi con la presentazione del “Giobelisco – la Piramide del Gioco”, realizzata dai ragazzi delle scuole cittadine: un obelisco realizzato con immagini, sagome ed elementi ricavati dai disegni inviati da tutte le scuole della città. Giovedì 6 maggio si ricorderà la storia dei fratelli Wright, inventori dell’aereo: una parata sfilerà per le vie cittadine ed alla fine un aereo di cartapesta dell’apertura alata di quattro metri si incendierà in uno spettacolo fantastico. domenica 9 maggio sarà il turno della madrina ed ospite d’onore dell’evento, la “fatina” Cristina D’Avena, che metterà in scena il suo nuovo spettacolo, il Cantaquiz, dopo lo straordinario successo dello scorso anno, quando 3.500 persone affollarono villa Bruno. Martedì 11 maggio alle 21 il parco di villa Bruno ospiterà uno spettacolo di fontane danzanti, con una suggestiva combinazione di giochi d’acqua, musica e luci creato per stupire anche il pubblico più esigente.  Il 12 mattina la città sarà chiusa al traffico dalle 9 alle 13. Alla festa parteciperà anche un gruppo di ragazzi provenienti dalle zone terremotate dell’Abruzzo. La sera, grande spettacolo finale: “L’’inferno”, con la ricreazione del mondo dantesco con suoni, luci, fuoco, musica e parole che daranno vita ai personaggi della Divina Commedia con tutta la loro carica di umanità e passionalità. Nel gran finale, come in un grande concerto, l’incontro con Lucifero provocherà uno scatenamento di fuochi e Dante riprenderà il suo viaggio ascendendo verso il Paradiso. Questi sono solo alcuni dei numerosi eventi organizzati: il programma completo è disponibile sui siti internet www.e-cremano.it e www.cittabambini.it. L’evento è organizzato dalla Città di San Giorgio a Cremano attraverso il Laboratorio Regionale della Città dei Bambini e delle Bambine con il contributo della Regione Campania. Quest’anno l’iniziativa ha ottenuto il patrocinio di Unicef e Bi-Med ed è stata premiata con medaglie dal Presidente della Repubblica e dal Presidente della Camera dei Deputati. “Siamo convinti – ha spiegato il sindaco Mimmo Giorgiano – che una città a misura di bambino è una città in cui anche gli adulti vivono meglio. Per questo motivo uno degli impegni immediati della mia Amministrazione è quello di sviluppare un progetto permanente a lungo termine al fine di trasformare il Giorno del Gioco in un avvenimento significativo che coinvolga tutti i settori, in una trasformazione urbana e sociale che identifichi San Giorgio a Cremano come una città adatta al gioco. Non per niente siamo l’unica città d’Italia insieme a Fano che ha istituito una delega assessorile al gioco, assegnata a Luigi Bellocchio, che voglio ringraziare per l’impegno che sta profondendo.” Nel corso della conferenza stampa sono intervenuti i rappresentanti di Unicef, Esercito Italiano, Polizia di Stato, Consolato Generale del Venezuela, della Fondazioen Idis – Città della Scienza, e di tutte le scuole cittadine. Il Giorno del Gioco ha cadenza annuale ogni secondo mercoledì del mese di maggio. La manifestazione intende focalizzare l’attenzione sull’autorizzazione al gioco dei bambini negli spazi condominiali, nel cortile delle scuole, nei giardini pubblici, negli spazi della città.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci