BENVENUTO DON PIETRO – A Ercolano l’accoglienza della comunità al neo sacerdote Don Pietro Amoroso

Martedi 27 Aprile la Comunità del Sacro Cuore di Gesù in Ercolano, ha accolto “il figlio”  Pietro Amoroso, neo sacerdote ordinato da Sua ercolano, chiesa di san vito Eminenza Cardinale Crescenzio Sepe nella Chiesa Cattedrale di Napoli Domenica  25 Aprile 2010.

Cosi la città di Ercolano balza agli onori della cronaca per un bello evento. La chiesa di San Vito al Vesuvio, luogo di residenza  e di crescita del giovane, si è vestita a festa per la prima messa di don Pietro. Ad aprire la celebrazione l’intensa e suggestiva processione con i numerosi sacerdoti  che hanno concelebrato all’interno della cappella; mentre fuori il sagrato era altrettanto pieno di persone, accorse per assistere all’evento grazie al maxi schermo  costruito per l’occasione. Qualche goccia di pioggia  si è voluta unire alla folla senza mai dare fastidio, fino a scomparire per fare posto a fasci di sole, seppure temporanei. Tra fede, canti e sguardi emozionati  si è svolta la funzione liturgica. Lunga ma per niente pesante. Molto emozionante è stato il ricordo che il giovane reverendo ha fatto per le persone scomparse, che gli sono state però vicine negli anni di seminario, una fra tutte il rettore della Chiesa di S. Vito Sac. Luigi Sannino. Passando a quelli in vita, ha ringraziato il felice attuale Parroco del Sacro Cuore  don Marco Ricci, il parroco emerito Monsignor Luigi Imperato, i familiari amici e conoscenti  tutti. Molto bello e denso di immutato affetto il pensiero alla cara defunta nonna Maria, che lo ha accompagnato per mano alla scoperta della fede, anche fisicamente. Infatti chi è del luogo, ancora in vita, non può non ricordare questa donna semplice che tenendolo per mano un allora bimbo, quasi tutti i giorni andava in chiesa.  Per poi passare agli anni  della sua formazione adolescenziale, nel gruppo giovanile parrocchiale “Alba del 2000” fondato e diretto da Rosaria Grazioli cui poi è subentrato Pasquale Veneruso. Anni belli e carichi di partecipazione, che hanno fatto da apri pista alle attuali formazioni giovanili di animazione ecclesiale in zona.Qualunque sia la destinazione futura del trentenne, si legge su uno striscione posto nel piazzale,   non mancherà mai il sostegno e la vicinanza di questa comunità ai piedi del Vesuvio, la sua.

Luigi Riccardi

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci