GAMBIZZATO UN OPERAIO – A San Giorgio a Cremano, ai confini con Barra, la camorra spara contro un cantiere edile e ferisce un operaio

Un operaio di 38 anni è stato ferito da un colpo di arma da fuoco ad una gamba mentre eseguiva lavori di ristrutturazione per una ditta edile. Il fatto è avvenuto in piazza Sant’Agnello al confine con Barra.

Secondo una prima ricostruzione, Pasqualino De Luca  sarebbe stato avvicinato da due sicari in sella ad una moto che hanno aperto il fuoco, probabilmente con una pistola, fuggendo subito via. L’uomo ferito ad una gamba è stato trasportato all’ospedale ‘Villa Betania’ di Ponticelli dove attualmente è ricoverato. I carabinieri stanno acquisendo elementi per far luce sull’episodio, che va inserito all’interno delle intimidazioni che la camorra impone ai commercianti e agli imprenditori che non pagano il pizzo. Quel pezzo di terra dove è stato ferito De Luca, anni addietro territorio del clan Abbate (i cavallari), per un certo numero di anni passò in mano alla cosca dei Sarno e oggi pare sia gestito dai clan di Barra che fanno capo al cartello camorristico dei Cuccaro-Aprea.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci