IL PASSAGGIO DI CONSEGNE – Bassolino stringe la mano al neo Presidente caldoro e gli augura buon lavoro

Passaggio di consegne in Regione Campania tra il governatore uscente Antonio Bassolino (Pd) e il neo presidente della giunta Stefano Caldoro (Pdl). Un passaggio formale, con il trasferimento dei poteri di firma, in vista della formazione della nuova giunta regionale.

Caldoro è ufficialmente presidente ma prima che possa espletare il suo mandato a tutti gli effetti, con la nomina della giunta con la quale governerà nei prossimi cinque anni, dovrà attendere la proclamazione degli eletti da parte della Corte d’Appello e, entro i successivi venti giorni, la convocazione del Consiglio regionale. Tempi troppo lunghi per Caldoro che, in un breve incontro con la stampa, ha invocato una modifica dello statuto regionale: “Bisogna intervenire sullo statuto – ha detto – in altre regioni non è così, il presidente può nominare subito la sua giunta”. Caldoro ha sottolineato con piacere il fatto di aver partecipato, come primo atto della sua presidenza, all’assemblea nazionale delle associazioni antiracket che si è svolta a Napoli ribadendo il suo sostegno a Tano Grasso e alle associazioni impegnate nella lotta al racket e al pizzo. Bassolino, prima di lasciare Santa Lucia, ha fatto gli auguri di buon lavoro al suo successore: “Ora – ha detto – è il momento di guardare avanti. Caldoro ha vinto, ha il dovere di rimboccarsi le maniche e muoversi nell’interesse dei cittadini”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Advertisements