LA CRISI IN MAGGIORANZA – Antonio Di Fiore e Giuseppe Castiello, chiariscono la loro posizione in maggioranza e “bacchettano” l’assesore Cianniello che ha giurato fedeltà al sindaco Pinto

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Il  gruppo Consiliare del Comune di Pollena Trocchia ”Noi, popolo del Sud”,  che a livello regionale si richiama alle posizioni dell’on. Fulvio Martusciello,  alla luce di interpretazioni  non corrispondenti alla realtà da parte di alcuni organi di stampa o comunque allo spirito effettivo  che accompagnava la richiesta inviata al Sindaco di Pollena Trocchia il 12-2-2010 ,  ritiene necessario fare chiarezza e dare l’interpretazione autentica, anche per non alimentare pregiudizi o esegesi che danno a dito a facili strumentalizzazioni politiche. La nota , non aveva alcun intento né di destabilizzazione , né di sfiducia al Sindaco,  ed a riprova, specialmente per i malpensanti, c’è il successivo comportamento coerente dei sottoscritti sia nelle Commissioni, sia in Consiglio Comunale. Essa voleva e vuole essere di stimolo per migliorare e velocizzare i meccanismi decisionali nelle scelte da operare sul territorio, ritenendo necessario fare una verifica politica,  perché, a parere degli scriventi nonostante i discreti risultati raggiunti, sui quali spesso à stato determinante il loro contributo essendo i cons.

Di Fiore e  Castiello funzionari della Regione Campania,  vi siano ampissimi margini di miglioramento. Infatti, avevano visto bene, atteso che  il Sindaco  sta procedendo a tale verifica, con un probabile riassetto della Giunta.   Certo, sicuramente le diverse estrazioni culturali che compongono questa Amministrazione possono dare adito a scontri tra l’IO e il NOI, ma questo, fa parte della dialettica politica, a conferma che questa è un’Amministrazione viva e che discute ,anche animatamente. Ma questa è la forza che fa della PDL il primo partito a Pollena Trocchia ed anche in Italia. Mai,come oggi, abbiamo una congiuntura politica favorevole che ci deve vedere uniti nel produrre insieme il massimo risultato , perché il nostro territorio ne ha molto bisogno , non vale essere soddisfatti più di tanto degli obbiettivi raggiunti, se l’Ospedale Apicella , rimasto l’unico punto di soccorso sanitario per decine di Km, chiude, se un anziano per un timbro sulla ricetta è costretto a fare lunghi tragitti fino a Pomigliano, se una donna per una visita è costretta ad andare al presidio di Nola. La sicurezza dei cittadini un problema di primaria importanza, che pure è stato un cavallo di battaglia della campagna elettorale non è mai stato  affrontato, anzi è molto peggiorato visto l’aumento delle rapine e furti.  Le problematiche giovanili, i disoccupati,  i pensionati, i senza reddito che hanno creduto nel nostro programma elettorale e che si aspettano delle risposte, l’educazione dei giovani alla cultura della legalità nelle scuole, lo sviluppo economico  e territoriale,  problemi che non possono e non debbono far dormire gli amministratori, se si ritengono degni di questo nome. Se tutto questo significa destabilizzare o mettere in difficoltà l’amministrazione o chiamarlo “particolare momento politico”, come definito dall’assessore Cianniello, che  pure ha   condiviso con noi questa impostazione  e al quale diciamo che la dignità non ha prezzo e non è necessario nessun ravvedimento visto che lo spirito critico della nota  è univoco e  teso ad una migliore performance dell’Amministrazione, allora effettivamente  i consiglieri  “NOI POPOLO DEL SUD” , sono destabilizzanti. Dobbiamo dare ai nostri cittadini e specialmente ai giovani, ai nostri figli, l’orgoglio di essere  di Pollena Trocchia, altrimenti abbiamo fallito TUTTI.

Pollena Trocchia  18/04/10

I CONSIGLIERI

Antonio Di Fiore

Castiello Giuseppe

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci