IL SOGNO EUROPA – Il Napoli di Mazzarri vince a Bari e sogna la Uefa, col Pocho che diventa il “re” della città

Il Napoli vince a Bari con una doppietta del Pocho  Lavezzi  e lascia aperto il sogno Champions. L’argentino è decisivo come non mai inventando il vantaggio e raddoppiando con freddezza. Il goal di Almiron impensierisce, ma stavolta gli azzurri gestiscono con giudizio il risultato e tornano a sperare nel quarto posto.

La squadra di Mazzarri è partita subito forte lasciando intendere le sue intenzioni. Il pressing alto e l’aggressività dei partenopei chiude subito il Bari nella propria area. Tuttavia, Alvarez trova il tempo per qualche sortita sulla fascia destra costringendo Lavezzi  a raddoppiare in corsia. Mazzarri, però, non si fida e corre ai ripari chiedendo a Zuniga di abbassare il suo raggio d’azione. L’allenatore del Napoli ha preparato bene l’incontro sul piano tattico lavorando soprattutto su Lavezzi, sempre a supporto di Zuniga sulla fascia. L’argentino, però, non tralascia la fase offensiva e, intorno al 28’, è proprio lui a sbloccare l’incontro con un destro preciso dal limite che s’ insacca nel sette alla destra di Gillet. Il Bari cerca con schemi su punizione di recuperare subito la gara, ma il Napoli è attento dietro e rallenta il ritmo fino alla fine della prima frazione. Ad inizio ripresa la squadra di Ventura si getta in avanti come da copione. Il Napoli di Bari, però, non è quello della scorsa settimana e al 57’’, sull’ingenuo passaggio arretrato di Gazzi, Zuniga s’inserisce e serve sulla destra dell’area Lavezzi che trafigge ancora Gillet. Ventura cambia subito le carte inserendo in dieci minuti Almiron per De Vezze, Sforzini per Castillo e Salvatore Masiello per Allegretti sulla sinistra. La squadra di casa spinge, così, anche a sinistra e trova il goal al 75′ con un colpo di testa di Almiron, servito dal solito Alvarez. Mazzarri passa ai cambi tattici inserendo prima Bogliacino, per il sanguinante Pazienza, e poi Dossena per Denis, passando al 4-5-1. Nel finale il Napoli gestisce il risultato con una melina che fa trascorrere i minuti necessari. Gli azzurri portano a casa una preziosa vittoria che rafforza le ambizioni europee.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci