IL COMPLEANNO DELL’AMMINISTRAZIONE – La squadra di Francesco Pinto compie due anni, tra progetti e opere realizzate

 

POLLENA TROCCHIA – Una lunga relazione per contenere gli obiettivi centrati in ventiquattro mesi di governo e i progetti già in cantiere. Il rafforzamento della macchina comunale, nonostante il problema delle assunzioni che affligge gli enti locali, è stato uno dei primi obiettivi raggiunti dalla squadra di governo attraverso quattro assunzioni eseguite: il Municipio si è così dotato dei capiservizio ai Tributi e ai Lavori pubblici, e di due applicati di segreteria all’Anagrafe ed al Settore tecnico.

Dal punto di vista ambientale, il sindaco Francesco Pinto ha ricordato l’avvio della raccolta differenziata (luglio 2008 e oggi su una media del 48 per cento), e l’inizio dei lavori per l’isola ecologica “che  entro l’estate sarà completata”. Tutti progetti, quelli realizzati dall’assessorato all’Ambiente guidato dal dottor Pasquale Busiello, giunti in porto mantenendo stabile la Tarsu, che attualmente risulta essere tra le più basse del territorio. In arrivo nei prossimi mesi: il centro diurno per disabili e l’asilo nido comunale, “per agevolare quelle famiglie in cui entrambi i genitori lavorano”, ha spiegato il sindaco Pinto. Quanto alle opere pubbliche, l’assessorato retto dal dottor Salvatore Auriemma, ha conseguito in questi due anni il completamento del restyling delle cinque piazze della cittadina, il rifacimento del manto stradale di arterie per anni lasciate nell’abbandono, la realizzazione della pubblica illuminazione lì dove mancava. “Per il Pip , – ha reso noto il sindaco – sono state presentate 130 domande da parte di imprenditori disposti ad investire nella nostra città e questo – ha spiegato Pinto – ci fa ben sperare in uno sviluppo occupazionale a favore dei nostri giovani”. Nonostante, però, non sia chiara ancora l’idea dell’amministrazione rispetto al futuro dell’area. Sempre nella mattinata di oggi, il Comune di Pollena Trocchia ha rilasciato i cinque permessi a costruire in sanatoria: cinque i cittadini, tutti della zona Musci, che hanno fatto da apripista ad una situazione che l’amministrazione Pinto è riuscita a sbloccare dopo venticinque anni di attesa. “Duplice il traguardo raggiunto – ha dichiarato il sindaco  in merito – da un lato i cittadini hanno potuto regolarizzare la propria situazione, dall’altro l’Ente otterrà risorse economiche notevoli che saranno investite per le opere pubbliche”.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci