LA NUOVA GIUNTA REGIONALE – Il neo Presidente Caldoro convoca i saggi. Prof in giunta e “blindatura” dai partiti

Se va in porto l’idea del neo presidente della Regione Campania Stefano Caldoro, ci sarà chi evocherà il “team dei saggi” lanciato da Bassolino per rilanciare l’azione di Governo, quando “calavano gli ascolti” di un Pd ormai distrutto, dalle guerre interne e dalla “munnezza”.

Sì perché per il varo della Giunta Regionale il neo governatore ha pensato ad un equipe di esperti (tecnici) che assieme, “stando fuori dalle spartizioni dei partiti” (così ha affermato Caldoro) deciderà ruoli e indirizzo di Governo. Dalla “cabina di regia” (dai rumors di palazzo) però non possono essere esclusi i vertici (veri) del Pdl e dei partiti che hanno consentito a Caldoro di vincere le elezioni contro il sindaco di Salerno Enzo De Luca che in consiglio giura una opposizione attenta e leale. Spietata se occorre. E chi conosce il sindaco “sceriffo” sa che mantiene la parola data.  E sembra lontana ormai l’ipotesi del sentarore Calabrò al delicato incarico alla sanità (delega che Caldoro terrebbe per se, con competenze dirette e indirette) si fanno più consistenti le opportunità per Fulvio Martusciello e Ermanno Russo, espressione però dei partiti e “zavorra” per il “progetto tecnico” del neo presidente Stefano Caldoro.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci