VOTO DI SCAMBIO – Dopo le inchieste de Il mattino, partono le indagini della Procura.

Dopo l’inchiesta del Mattino sul voto di scambio a Napoli, si muove la Direzione distrettuale antimafia: acquisito il risultato delle urne, gli investigatori appuntano i controlli su sei quartieri ad alto rischio di infiltrazione criminale.

 In particolare, si procede a esaminare la mappa delle zone calde della città incrociando il dato elettorale con il numero di preferenze ottenute dai candidati. E più di un episodio conferma che il movimento di denaro c’è, visto che ora i galoppini passano a ricompensare gli elettori, in particolare i disoccupati. In una centrale piazza cittadina si è verificato un furibondo diverbio tra un giovane e un messo: questi gli porgeva 50 euro a titolo di compenso per il voto, l’altro ribatteva che gli era stata promessa una cifra ben più alta. (su www.ilmattino.it tutti i particolari dell’inchiesta)

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci