ELEZIONI REGIONALI – Vince Stefano Caldoro, “Chi non salta Bassolino è!”

“Chi non salta Bassolino è!”. Così urlavano i sostenitori del nuovo presidente della Regione Campania Stefano Caldoro stendendo una bandiera dell’Italia, quasi fossimo stati in un altro Stato fino a ieri sera. E forse sì, avevano ragione. In uno Stato fatto di camorra, di clientelismo, di munnezza e di una quasi totale assenza di un disegno per una Regione nuova e soprattutto vivibile.

Non ha vinto Caldoro e basta e non ha perso Vincenzo De Luca e basta, anzi. Forse il sindaco sceriffo di Salerno, tutto sommato non ha perso, la sua battaglia l’ha vinta anche se per un uomo di una tempra così, arrivare secondo è dura lo stesso. Stefano Caldoro è il nuovo presidente della Regione Campania. Carriera di tutto rispetto, carattere pacato, una bella famiglia: Caldoro è il figlio di Tonino, tradizione socialista e vecchia scuola di partito. Un uomo di partito che ha saputo fare bene il Ministro prima e il sottosegretario di Governo. Un uomo che con la vecchia scuola ci è cresciuto, ma non ha avuto timore nello spostare a destra i socialisti, portandoli al Governo e non solo a quello regionale. “Abbiamo raccolto una grande volontà di cambiamento. Il voto dimostra che la gente vuole fatti e non più parole”. È quanto ha detto il candidato presidente del Pdl Stefano Caldoro parlando al comitato elettorale. “Abbiamo un grande senso di responsabilità – ha proseguito – per questo da domani mattina saremo già a lavoro”.
L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci