USURA VESUVIANA – Arrestata a Portici la lady usura. Raffaelina Briola in manette dopo aver ricevuto una “rata” e aver tentato di corrompere la polizia

PORTICI – Avrebbe prestato somme di denaro a famiglie in difficoltà e preteso interessi del 40%: Con questa accusa Raffaelina Briola, 65 anni, è stata arrestata dalla polizia a Portici.

Secondo quanto emerso dalle indagini la donna avrebbe approfittato del disagio economico di alcune persone impossibilitate anche a fare la spesa giornaliera e per i prestiti avrebbe applicato interessi del 40%. Le somme prestate oscillavano dai 500 ai 2mila euro. Gli agenti del commissariato di Portici hanno sorpreso la donna mentre ritirava una somma mensile consegnatale da una delle sue vittime. I controlli si sono quindi estesi anche alla sua abitazione, in un appartamento del centro cittadino. Qui sono state trovate tre agende nelle quali erano riportate numerose somme di denaro oscillanti tra i 500 e i 10mila euro con i nomi dei rispettivi debitori. Oltre alle agende, che sono state sequestrate, gli agenti hanno trovato 70 mila 840 euro in banconote di vario taglio, un libretto di risparmio con un deposito di 15 mila euro ed un assegni probabilmente utilizzato per l’ attività usuraria. Durante la perquisizione la donna avrebbe tentato di corrompere uno degli agenti affinché non sequestrasse tutto il denaro trovato nella cassaforte dell’appartamento. Gli agenti l’ hanno denunciata per istigazione alla corruzione.

L’Ora Vesuviana on-line

redazione@loravesuviana.it

Annunci